© AC Reggiana 1919
Primo Piano

Varone: «Il gol segnato allo scadere dimostra che siamo ancora vivi»

«Meritavamo molto di più, ma abbiamo anche rischiato di perdere. La rete di Mazzocchi era valdida: chiediamo maggiore attenzione perché ci stiamo giocando un campionato...»

Mauro Falduto
05.04.2021 21:00

«Meritavamo molto più di un pareggio e per poco non rischiavamo di perderla - ha sottolineato Ivan Varone dopo il 2-2 con il Brescia - Abbiamo messo cuore e voglia di lottare su ogni pallone e alla fine abbiamo fatto un’ottima partita, ma siamo stati penalizzati da alcuni episodi. Fortunatamente ho trovato il gol all’ultimo secondo: è una rete che ci dà quella speranza che dimostra che siamo vivi e lotteremo fino alla fine con le unghie e con i denti».

Com’è stata la dinamica del tuo gol? Avevi già capito che quella palla sarebbe arrivata tra i tuoi piedi?
«Ho sfruttato l’inserimento che è una delle mie maggiori qualità. Ho visto Kargbo che stoppava la palla e ho intuito che potesse arrivare in quella posizione d’area. Ci ho creduto e mi sono fatto trovare pronto».

A chi lo dedichi?
«Il pensiero va sempre a mia mamma, ma oggi faccio anche una dedica particolare a mio padre che purtroppo ha contratto il Covid. Non stava bene ma non ne sapevo nulla, anche perché non volevano farmi preoccupare. Prima della partita ho promesso che se avessi segnato, la dedica sarebbe andata a lui. Spero che possa guarire presto e che sia sempre orgoglioso di me».

La rete di Mazzocchi sembrava valida…
«Il gol era regolare. Dal campo si è visto bene e la decisione dell’arbitro mi è sembrata clamorosa. Io ero lì di fianco e ho visto il rinvio sul petto di Simone che si è trovato davanti alla porta. Non riesco a capire cos’abbiano visto. Comunque sbagliamo noi in campo e possono farlo anche gli arbitri. Chiediamo solo una maggiore attenzione anche perché ci stiamo giocando un campionato. Purtroppo non è la prima volta che veniamo penalizzati…».

Cosa ti ha chiesto il mister prima di farti entrare in campo?
«Il mister mi ha semplicemente detto di fare quello che riesco a fare meglio, cioè alzare la pressione e tentare l’inserimento. Mi ha fatto entrare in una fase di partita in cui avevamo speso tante energie e stavamo un po’ calando. Spero che lui soddisfatto della mia prestazione».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Brescia

Commenti

Serie B, i risultati della 32ª giornata. Vincono Pordenone e Ascoli, Cosenza k.o. in casa
Gli highlights di Frosinone-Reggiana 0-0