Primo Piano

Alvini: «Abbiamo provato a vincere, ma torniamo a casa con un punto prezioso»

Il tecnico granata dopo lo 0-0 di Empoli: «Partita straordinaria dei miei ragazzi. Dietro bene Costa ma cito anche Gyamfi»

Mauro Falduto
23.12.2020 00:20

Massimiliano Alvini sottolinea l'ottima prestazione della sua squadra nel pareggio strappato a Empoli, ma riconosce anche che forse si poteva fare qualcosa in più a centrocampo e in attacco.

Contro l'Empoli ottima partita, soprattutto a livello difensivo. C’è un po' di rammarico per non aver sfruttato il vantaggio numerico? 
«Sì, c’è un po’ di rammarico, anche perché dopo l’espulsione di Romagnoli ho provato a mettere in campo tutti i giocatori offensivi che avevo. Abbiamo provato a vincerla ma dobbiamo essere consapevoli che davanti c’era un Empoli che è stato costruito per essere promosso in serie A. Forse è mancata un po’ di lucidità nel finale, ma nel complesso è un punto importante». 

In fase di impostazione mancavano giocatori importanti come Rozzio e Rossi. E’ comunque soddisfatto del lavoro della squadra o si aspettava di più? 
«Nella gestione del possesso non abbiamo fatto benissimo: abbiamo perso un po’ di palle in uscita. E’ logico che l’assenza di Rossi si sia sentita. Fausto è un giocatore che detta bene i tempi di gioco. Abbiamo perso in costruzione e abbiamo guadagnato nella fase di non possesso. Dobbiamo ancora migliorare tanto, ma c’è da tenere conto che chi ha giocato al posto di Rossi, oggi ha svolto un ruolo non suo (Radrezza, ndr). Direi che sono soddisfatto ma si può fare meglio». 

Dal punto di vista tattico non avete sbagliato nulla. 
«Questa squadra non ha mai sbagliato tatticamente le partite, se non a Lecce. Quella è stata l’unica partita che abbiamo completamente sbagliato da quando sono allenatore della Reggiana. Nemmeno io ho ancora capito cos’è successo quel giorno. Per il resto, sia a livello tattico che tecnico e mentale, i miei giocatori non hanno mai sbagliato l’approccio alla partita. Le sconfitte possono capitare, com’è successo sabato a Brescia, ma lì si tratta di curare alcuni dettagli. Sulle palle ferme siamo stati straordinari e non abbiamo concesso niente». 

A livello difensivo, c’è qualche giocatore che merita oggi di essere elogiato in modo particolare? 
«Non posso non parlare di Costa. Stravedo per lui come uomo e come calciatore. Quando sta bene, è un giocatore che dà tantissimo alla squadra e oggi si sono viste le sue doti da leader, con la fascia da capitano. Oltre a lui, vorrei citare Gyamfi che sta facendo dei progressi enormi. Qualcuno a Reggio non lo ha ancora capito, ma per fortuna io e il direttore Tosi sappiamo che giocatore è. Per questo motivo, chiedo ai tifosi di innamorarsi sempre di questa squadra. Dobbiamo restare uniti per raggiungere l’obiettivo della salvezza e per puntare a un futuro ancora migliore». 

Mister, qualcuno parla già di Reggiana come “rivelazione del campionato”...  
«Noi pensiamo semplicemente a fare sempre il nostro meglio. Stasera abbiamo giocato contro la prima in classifica e devo dire che i ragazzi sono stati molto bravi. Veniamo da due sconfitte immeritate ma oggi siamo stati attenti e abbiamo ottenuto un punto importante per il nostro obiettivo, che è la salvezza». 

C’è chi la vede già pronto per una panchina di Serie A. Lo stesso presidente Salerno ha speso belle parole nei suoi confronti...E’ vicino il rinnovo del contratto? 
«Il presidente ha dichiarato che metterebbe la firma su di me e io non vedo l’ora. Allenare la Reggiana è una grande soddisfazione. Il progetto che vorrei è quello di costruire la salvezza per quest’anno, con l’obiettivo di programmare un grande futuro. Quando vuole la società, io sono a disposizione perché per me è motivo di grande orgoglio. Di altre voci non sono al corrente, io penso solo ad allenare la Reggiana e questo mi riempie di gioia». 

Che Natale sarà per questa Reggiana? 
«E’ un Natale felice dopo questo punto conquistato a Empoli perché è un punto importante. Guardiamo avanti con fiducia, con la speranza di rivedere presto i nostri tifosi allo stadio. Approfitto per mandare a loro e a tutti la stampa i miei auguri di buon Natale». 


Vota il migliore granata in campo di Empoli-Reggiana

Commenti

Pezzella: «Non giochiamo mai per il pareggio. Stiamo dimostrando di avere fame»
Radrezza: «Un punto che fa morale. Con la Reggina gara da non sbagliare»