Primo Piano

Alvini: «Non meritavamo di perdere. Ai ragazzi chiedo maggiore determinazione e più coraggio»

Il tecnico granata dopo il k.o. di Pisa: «Partita tatticamente perfetta, abbiamo commesso un solo errore. Non siamo più quelli di un mese fa, la squadra è in crescita»

Mauro Falduto
30.01.2021 19:35

«Oggi è mancato solo il gol perché la partita è sempre stata equilibrata - ha sottolineato Massimiliano Alvini al termine della gara persa a PisaAbbiamo subìto un gol evitabile su palla ferma, in cui abbiamo perso una marcatura, al termine di un primo tempo dove la Reggiana ha creato più gioco del Pisa. Abbiamo avuto qualche occasione come l’hanno avuta anche i nostri avversari, ma alla fine la differenza l’ha fatta un episodio».  

Mister, come mai ha optato per Espeche a centrocampo?
«Ho fatto questa scelta perché nel Pisa c’è Vido che occupa quella posizione offensiva ed è un giocatore che si inserisce spesso in quegli spazi. Poi là davanti avevano Marconi e Palombi. Credo che Espeche ci abbia dato un grande equilibrio. Dal punto di vista tattico, direi che la nostra è stata una partita perfetta».

Nonostante la sconfitta, la Reggiana torna a casa con qualcosa di buono in vista della prossima partita con l’Entella?
«Dobbiamo capire che quando si lotta per la salvezza, bisogna essere determinati. Ogni palla è fondamentale. Oggi abbiamo sbagliato solo in un episodio, ma dal punto di vista organizzativo ce la siamo giocata alla pari. Torniamo a casa con tante cose positive, anche perché questa non è la Reggiana di un mese fa. E’ una squadra completamente diversa, che oggi non meritava di perdere».

Quali sono gli aspetti da correggere?
«Noi sappiamo cosa ci aspetta in questo girone di ritorno, perciò dobbiamo correggere la nostra determinazione. Dal punto di vista del gioco, abbiamo fatto una buonissima partita ma non dobbiamo aver paura di giocare in certi momenti della partita. Per esempio, nel primo tempo potevamo far girare meglio la palla a terra anche perché quando siamo riusciti a farlo, lo abbiamo fatto benissimo. Chiedo quindi ai giocatori maggiore determinazione e più coraggio nel fare quello che sappiamo fare: questa è la strada giusta per il futuro».

Come giudica il debutto di Laribi?
«Lui, come del resto tutta la squadra, ha giocato una partita positiva. Ho visto grande intensità per 70 minuti, poi ha avuto un calo ma è normale quando non giochi da 4-5 mesi. Non ho nulla da rimproverargli, sono soddisfatto della sua prestazione».

Ottimo l’inserimento nel secondo tempo di Pezzella e Cambiaghi…
«Sì, la loro prestazione è stata buona, come lo è stata di tutta la squadra. Solo là davanti dobbiamo fare di più. Non siamo stati concreti e determinati in alcune occasioni».

Quanto è pesata l'assenza dei vari Rossi, Varone e Del Pinto?
«Non bisogna pensare agli assenti. Chi è andato in campo oggi ha fatto una buona partita e ha trovato il giusto equilibrio. Solo in fase offensiva c’è qualcosa da migliorare».

Nel secondo tempo c’è stato un po’ di calo fisico da parte della squadra?
«No, sinceramente non ho visto nessun calo.  La squadra è stata sempre in campo e ha giocato alla pari contro un avversario di valore. Abbiamo tenuto in bilico la partita fino all’ultimo secondo. Penso ad esempio all’occasione che ha avuto Cambiaghi solo davanti al portiere a pochi minuti dalla fine. Ci sono state cose negative che dovremo essere bravi a correggere, ma dal punto di vista fisico la squadra è in crescita».


Vota il migliore granata in campo di Pisa-Reggiana

Commenti

Serie B, i risultati della 20ª giornata. La Cremonese manca il colpaccio a Cittadella, Pescara ultimo
Laribi: «Ho scelto la Reggiana perché sono uno giocatore che non molla mai»