Primo Piano

Alvini: «La Reggiana sta bene ed è pronta a dare il meglio di sé in campo»

«Le ultime settimane di lavoro sono servite, mi aspetto una risposta positiva. Lottiamo uniti per il nostro obiettivo»

Redazione TuttoReggiana
01.04.2021 18:00

«Ringrazio tutta la stampa, la città e tifosi per i complimenti ricevuti – sottolinea Massimiliano Alvini, fresco di panchina d’oro assegnatagli dalla FIGC – Questo riconoscimento lo abbiamo vinto tutti insieme, per me è motivo di grande orgoglio. Grazie davvero a tutti».

«La notizia della positività di Siligardi e del direttore Tosi non ci voleva – prosegue il tecnico granata, affrontando l’altro argomento importante della settimana – Ci priviamo di un giocatore importante al quale faccio gli auguri di pronta guarigione. Aspetto anche il direttore, c’è bisogno di lui».

Mister, come si presenta la Reggiana alla partita contro il Frosinone?
«Sicuramente mancheranno Martinelli, Gyamfi e Siligardi. Ajeti non è ancora tornato dagli impegni con la nazionale, forse ci raggiungerà stasera in ritiro, ma non sarà della partita: proveremo a recuperarlo per lunedì. Kargbo è completamente a disposizione, così come Rossi ma su quest’ultimo l’idea è di farlo giocare solo uno spezzone domani per averlo in campo contro Brescia o Empoli. L’unica situazione incerta riguarda Yao che ha accusato qualche problema negli ultimi allenamenti. Tutti gli altri sono disponibili».

Con che identità scenderà in campo la Reggiana?
«Mi aspetto una risposta importante e positiva da parte della squadra. Ogni giocatore deve dare il meglio di sé stesso per interesse suo e per la Reggiana. Domani voglio che la squadra scenda in campo con i propri punti di forza, ci siamo allenati bene e sono tutti nelle condizioni di potere dare il meglio. Le ultime due settimane di allenamento ci sono servite».

Da dove arriva la convinzione che ha di poter ottenere un risultato importante contro chiunque?
«La Reggiana ha dimostrati di essere in grado di giocare partite importanti. Pur avendo qualche problema, che speriamo di superare presto, siamo in grado di dare il meglio di noi stessi. La mia convinzione viene dalla fiducia incondizionata che ho in questa squadra. Le risposte le dobbiamo dare sul campo e siamo nelle condizioni per poterle dare».

Desidera lanciare un appello alla città e ai tifosi?
«Non voglio fare appelli. La città e i tifosi sanno cosa vogliamo fare. Dobbiamo solamente dare il meglio di noi stessi in campo: è quello che vogliono da noi ed è quello che vogliamo fare. Siamo tutti uniti e lotteremo insieme per raggiungere l’obiettivo».

Vuole commentare la situazione che sta vivendo l’Empoli, per certi versi simile a quella passata dalla Reggiana a ottobre?
«Sappiamo cosa abbiamo passato, ma in questo momento la nostra attenzione è solamente sulla partita contro il Frosinone. Le altre situazioni non le voglio valutare, ci penserà la nostra società a seguire gli eventuali sviluppi».

Commenti

Frosinone, con Grosso in panchina per un posto ai playoff
Le probabili formazioni di Frosinone-Reggiana