Primo Piano

Alvini: «Vittoria straordinaria. Campionato oltre le aspettative»

«Kargbo e Costa fuori per dei problemi fisici. Zamparo? Da lui mi aspettavo di più»

Mauro Falduto
12.12.2020 17:30

© Cosenzachannel.it

Dopo la vittoria con il Monza di una settimana fa, la Reggiana ha raccolto tre punti anche a Cosenza potendo così salire ulteriormente in classifica. «Il pareggio potrebbe essere considerato il risultato corretto - commenta mister Massimiliano Alvini a fine partita - ma la squadra ha avuto grandissimo merito per aver sempre cercato di ribattere e andare a trovare il gol con le proprie idee. È una vittoria straordinaria che dà merito all'applicazione dei miei giocatori».

Mister, oggi scontro diretto molto importante. Vi aspettavate questo tipo di partita?
«Si, ci aspettavamo una partita difficilissima contro un avversario di valore. Vincere qui è qualcosa di straordinario e inaspettato. Il Cosenza nel primo tempo ha avuto diverse opportunità per passare in vantaggio, ma la Reggiana ha risposto con un ottimo secondo tempo e ha legittimato il vantaggio».

Si aspettava di soffrire così tanto?
«Assolutamente sì. Sarebbe stato assurdo pensare che avremmo fatto una partita senza soffrire. Per questo dico che oggi il risultato è straordinario».

Una Reggiana che rialza la testa dopo un avvio difficile: la squadra ha definitivamente cambiato marcia?
«Non saprei cosa si intenda per cambio di marcia della Reggiana. So solo che oggi è un risultato importantissimo per la lotta alla salvezza. Non dimentichiamoci mai da dove veniamo: dobbiamo sempre pensare che ogni punto guadagnato è un diamante prezioso. Considerando che abbiamo una partita in meno e che a Salerno non abbiamo giocato, il nostro campionato sta andando oltre le aspettative».

La scelta di far partire Martinelli dalla panchina da cosa è stata dettata?
«Scelta dettata semplicemente dal fatto che ho 23 giocatori tutti validi. Oggi ha giocato Costa che reputo un giocatore straordinario, di cui non mi priverò mai. Sapevo che da quella parte il Cosenza schierava Carretta e in questo caso ho preferito Costa perché ha più rapidità rispetto a Martinelli. Poi durante la partita Andrea è dovuto uscire per qualche problema e si spera non sia nulla di grave. Al suo posto è entrato proprio Martinelli che ha giocato bene, come ha sempre fatto da inizio campionato».

L'ingresso di Zamparo ha permesso di alzare maggiormente il baricentro della squadra...
«Da Zamparo mi aspettavo di più. Ha avuto diverse occasioni per allungare la squadra e fare gol. Da lui mi aspettavo un impatto diverso sulla partita».

Le sostituzioni di Costa e Kargbo durante l'intervallo sono legate a scelte tecniche?
«No, sono dovute a problemi fisici importanti. Kargbo ha un dolore alla spalla e in questi giorni dovrà fare una lastra. Costa si è sentito male per un giramento di testa, non era nelle condizioni di poter rientrare e ho preferito sostituirlo».

In conclusione, possiamo dire che la Reggiana ha conquistato tre punti preziosissimi in chiave salvezza?
«Posso dire che oggi il Cosenza non meritava di perdere, eppure alla fine è sempre il risultato quello che conta. Riuscire oggi a portare a casa tre punti è estremamente significativo. Complimenti ai ragazzi per quello che hanno dato in campo perché oggi era una partita davvero difficile e il merito va a loro». 



Vota il migliore granata in campo di Cosenza-Reggiana

Commenti

Serie B, i risultati dell'11ª giornata. Salernitana k.o., l'Empoli dilaga in rimonta
Varone: «Abbiamo conquistato tre punti d'oro. Sono felice di aver segnato il gol decisivo»