Primo Piano

Mazzocchi: «Gol e tre punti, doppia soddisfazione»

«Non ho mai perso la fiducia. Raggiungere la doppia cifra sarebbe un bel traguardo»

Mauro Falduto
20.02.2021 18:15

Dopo un diguno che durava da metà dicembre, oggi pomeriggio a Cittadella l'attaccante granata Simone Mazzocchi e tornato a segnare siglando la rete del definitivo 3-0, il suo settimo centro in campionato.

«Finalmente sono tornato al gol e sono arrivati anche i tre punti, perciò oggi è stata una doppia soddisfazione - ha raccontato a fine gara il numero 10 granata - Fare gol è sempre bello, ma ancora di più quando si vince».

Sei entrato all’inizio del secondo tempo e hai puntato a giocare sulla profondità. Cosa ti ha detto il mister prima di entrare in campo?
«Il mister mi ha detto di posizionarmi in mezzo tra i due centrali, visto che salivano molto e c’era quindi la possibilità di attaccare gli spazi. Non a caso il gol è nato proprio da questa situazione».

Quali consigli ti sta dando un attaccante esperto come Ardemagni?
«Matteo da quando è arrivato ha sempre dato il suo contributo alla squadra. C’è sempre da prendere spunto da giocatori come lui o come altri, indipendentemente da quello che hanno fatto in passato. Cerco di imparare da ognuno dei miei compagni».

Il gol mancava dal 15 dicembre 2020. Sentivi comunque la fiducia dei compagni durante gli allenamenti?
«Sì, oggi i miei compagni mi avevano preannunciato che se fossi entrato, avrei fatto gol. Anche il mister me l’ha detto negli spogliatoi. E’ andata proprio come avevano previsto e ne sono molto contento».

Settimo gol in campionato: punti a raggiungere la doppia cifra nel tuo primo anno di Serie B?
«Sì, lavoro ogni giorno per migliorarmi. La doppia cifra è vicina: se dovessi davvero arrivarci, sarebbe un bel traguardo».


Vota il migliore granata in campo di Cittadella-Reggiana

Commenti

Serie B, i risultati della 24ª giornata. Sconfitte per Entella e Ascoli, la Cremonese inguaia il Brescia
Salerno: «Questa è la nostra Reggiana. Pensiamo a combattere perché la strada è ancora lunga»