Primo Piano

Le pagelle di Vicenza-Reggiana

Spanò solito baluardo, Staiti e Zanini non pungono. Manca la spinta sulle fasce, Kargbo rimandato dopo il grande assolo

Gian Marco Regnani
20.10.2019 20:45

Narduzzo 6 Probabilmente non vede partire la gran bordata di Bruscagin, ma avrebbe potuto fare poco su quella conclusione. È attento e blinda la porta a Marotta in più di un'occasione.

Spanò 6,5 Il più positivo tra i difensori: dalle sue parti Marotta, Saraniti e Giacomelli non hanno vita facile.

Rozzio 6 Fatica quando viene puntato, meno presente nella fase di costruzione rispetto alle ultime uscite (dal 40'st Haruna sv).

Espeche 5,5 Si prodiga in diverse chiusure importanti e spettacolari, ma è il più in difficoltà dietro a contenere l'esuberanza degli attaccanti biancorossi.

Libutti 5,5 Pochi cross, i compagni lo cercano poco. Senza la sua spinta la Reggiana perde tantissimo in avanti.

Varone 5,5 Il "Puma" questa volta non lascia il segno. Inghiottito dal folto centrocampo berico, fatica anche ad arrivare alla conclusione (dal 30'st Brodic sv: pochi minuti per mettersi in mostra, gioca da "rifinitore" dietro Scappini e Kargbo).

Rossi 6 Prova a dare ordine ad una squadra a tratti in grande difficoltà. Un punto di riferimento importante per i compagni. 

Favale 5 Contenere l'imprevedibile Vandeputte non è un compito semplice, di conseguenza perde smalto quando c'è da superare la metà campo (dal 16'st Kirwan 6: un colpo di testa che impegna Grandi e poco altro).

Staiti 5,5 Solita corsa al servizio della squadra ma al "Menti" non trova gli spazi giusti per fare male. L'unica ghiotta occasione la spreca calciando addosso a Grandi (dal 30'st Radrezza sv).

Zanini 5,5 Terzo palo in due partite, di fatto è l'occasione da gol più nitida di tutta la partita. Esce dai radar con il passare dei minuti (dal 16'st Scappini 5,5: torna dopo tre settimane e subito ci prova con una conclusione di spalle che solo lui poteva inventarsi; i palloni in area scarseggiano, senza non riesce a rendersi pericoloso).

Kargbo 5 L'ammonizione provocata ai danni di Liviero è l'unico lampo di tutta la partita. Il Vicenza non concede spazi, quindi il sierraleonese non riesce ad ingranare come contro la Triestina. L'espulsione nel recupero è severa ma andava evitata: un errore dal quale trarre insegnamento.

All. Alvini 6 Mette in campo la migliore formazione possibile confermando l'unidici iniziale che ha messo sotto la Triestina una settimana fa, ma non basta contro il più quadrato Vicenza. La Reggiana regge l'urto della corazzata biancorossa, ma si dimostra un po' impotente in certi frangenti. Cambi giusti, ma non danno lo slancio sperato per raggiungere un pareggio che non avrebbe certamente fatto gridare allo scandalo...

Vota il migliore granata in campo

Commenti

Alvini dopo il k.o. di Vicenza: «È mancato solo un guizzo per poter pareggiare»
Espeche: «Delusi per la sconfitta, ma senza rimpianti. Mercoledì dimostreremo la nostra voglia di riscatto»