Primo Piano

Lunetta, finalmente la luce in fondo al tunnel: «Sono ambizioso come la Reggiana»

L'esterno classe '96 ha condiviso il periodo di recupero con Scappini: «Sono felice che abbia segnato. È stata dura per entrambi rimanere fuori...»

Mauro Falduto
12.01.2020 20:20

L'ultima presenza in campo di Gabriel Lunetta risaliva a settembre contro il Carpi, al termine di un periodo nel quale si era messo in mostra fra i migliori della Reggiana. L'intervento al ginocchio e la successiva riablitazione lo hanno tenuto fuori per diverso tempo, ma ora è pienamente recuperato e ha avuto l'occasione di riassaporare il campo subentrando a Favalli nel secondo tempo contro il Ravenna.

Com'è stato il tuo ritorno in campo dopo tutti questi mesi fuori?
«Un ritorno sicuramente emozionante. Sono contento per me stesso, ma sono soprattutto contento per questa importante vittoria».

Sei soddisfatto per la tua prestazione?
«Sì, ma sono innanzitutto contento per i tre punti. Oggi non ho avuto grandi occasioni offensive che sono un po' il mio pane, ma direi che sono comunque soddisfatto. Inoltre, mi fa piacere che abbia segnato Scappini, anche lui reduce da un lungo infortunio. Entrambi abbiamo girato mezza Italia per curarci e sappiamo quanto è stata dura restare fuori...».

Ora ti manca solo un po' di ritmo partita?
«Si, manca quello. Poi quando avrò ripreso il ritmo, miglioreranno anche le mie prestazioni».

Che Reggiana hai ritrovato dopo quattro mesi?
«Una Reggiana ambiziosa e pronta a fare un grande girone di ritorno. Vogliamo raggiungere il nostro obiettivo». 


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Ravenna

Commenti

Scappini, rientro con gol: «Ho passato un periodo difficile, il peggio è alle spalle. Davanti siamo tutti attaccanti validi»
Gli highlights di Reggiana-Ravenna