Primo Piano

La Reggiana ferma la sua corsa a Vicenza. Un eurogol di Bruscagin condanna i granata al primo stop

Palo di Zanini e poco altro per i granata, un episodio sul finire del primo tempo però decide la partita. Nei minuti di recupero rosso diretto a Kargbo

Lorenzo Chierici
20.10.2019 19:45

La Reggiana non graffia, mentre il Vicenza trova un eurogol con un tiro da 40 metri di Bruscagin che non lascia scampo Narduzzo e vince la partita, dopo aver concesso davvero poco alla formazione granata. Si interrompe quindi dopo 9 giornate la striscia positiva della squadra granata, ora scavalcata in classifica proprio dai berici e dal Carpi. 

PRIMO TEMPO. L'ingresso in campo è carico di emozioni: "nella gioia o in mezzo ai guai, sempre spalla a spalla ci troverai" recita lo striscione srotolato dalla curva reggiana; "sulla strada o in gradinata, sempre affianco fratello granata!" la risposta della Curva Sud locale arrivata a partita in corso. Venendo alla partita, passano solo sei minuti 7 minuti e Zanini conclude a rete, ma la sfera viene ribattuta da un giocatore avversario e termina in corner. I granata insistono e ci provano ancora con l'ex Lucchese che calcia dal limite dell'area, senza fortuna, poi con Espeche il cui colpo di testa sul secondo palo viene deviato in corner da un difensore. Il Vicenza a questo punto si rende pericoloso: siamo al 12' quando Espeche esce alla grande su Rigoni, evitando al giocatore biancorosso il tiro in porta in corsa, la sfera arriva di nuovo al Vicenza, precisamente a Giacomelli che pennella un bel pallone sul secondo palo dove Saraniti non trova la porta per mezzo metro. La Reggiana riprende le redini del match e sfiora il gol con Zanini che controlla benissimo il pallone in area poi lo gira verso la porta avversaria, ma colpisce il palo alla destra del portiere Grandi. Siamo al 18' e la Reggiana insiste, ma è sfortunata, tant'è che due minuti dopo la "Iena" Staiti  conclude a rete con sicurezza, sfruttando bene una palla da destra, ma Grandi si supera e nega al trequartista granata la gioia del gol. Il Vicenza torna a salire in cattedra con Vandeputte che riceve palla da destra, si accentra e calcia di sinistro, ma la sfera sfiora la traversa, terminando di poco alta; Narduzzo, però, era sulla traiettoria del pallone. Il Vicenza insiste con un'inzuccata fuori misura di Cappelletti, poi ci prova Pontisso dalla distanza: il regista biancorosso non trova lo specchio con un tiro potente. La partita è piacevole e al 34' il Vicenza sfiora ancora il gol: Marotta gestisce benissimo il pallone col corpo, salta Espeche poi, entrato in area, scarica un siluro che si infrange sul corpo di Rozzio che colpisce il pallone con un braccio, ma era assolutamente attaccato al corpo, quindi per l'arbitro l'intervento è regolare. Marotta al 37' parte dal proprio centrocampo e infila come un missile la squadra granata, poi arriva addirittura solo davanti a Narduzzo che esce alla grande e gli nega la gioia del gol, malgrado la splendida azione. La Reggiana risponde timidamente con Favale che, servito da Kargbo, impegna Grandi in una parata tutt'altro che difficile. Poco dopo tocca invece ancora il Vicenza spinge, con Giacomelli che crossa a centro area, dove respinge la difesa granata con Staiti: la palla però arriva sui piedini Bruscagin che, da 40 metri, indovina un tiro fantastico che si impenna poi scende di colpo, ingannando Narduzzo, che non arriva però molto lontano dal pallone: 1-0.

SECONDO TEMPO. La Reggiana torna in campo convinta di poter recuperare il risultato e già dopo alcuni secondi Kargbo cerca di servire Varone he non arriva al tiro da pochi passi. Dopo 5' ci prova Zanini, ma il suo tiro su punizione viene respinto dalla barriera. Il Vicenza è pericoloso e Rigoni al 6' calcia a botta sicura, ma non è preciso e calcia il pallone in curva. A questo punto mister Alvini prepara il doppio cambio: dentro Kirwan e Scappini per Favale e Zanini, ma la situazione non cambia, mentre il Vicenza sfiora il gol con un tocco di Saraniti che, da distanza ravvicinata, non trova lo specchio. La Reggiana ci prova con una velleitaria girata di Scappini, che termina oltre la traversa, poi con Kirwan, che colpisce benissimo di testa, ma Grandi salva qualche centimetro davanti alla linea di porta, bloccando la palla con un eccellente intervento. Il Vicenza mette dentro un difensore in più, mentre i granata rispondono con Scappini e Kargbo davanti, dietro ai quali si posizione l'ultimo arrivato Brodic, ma la musica non cambia e a 7' dal termine Vandeputte si presenta davanti a Narduzzo che gli chiude lo specchio, aiutato dalla scivolata di Espeche, poi la sfera finisce in corner. Il Vicenza insiste, ma la combinazione Liviero-Guerra non dà esito, se non un tiro sul fondo. Dopo soli tre minuti di recupero l'arbitro manda tutti nello spogliatoio e la Reggiana incassa la sua prima sconfitta stagionale. Peccato però per il brutto fallo di Kargbo ai danni di Guerra che viene punito direttamente con il cartellino rosso: un'altra tegola sul reparto avanzato in vista delle due prossime sfide ravvicinate con Rimini e Modena.

Nel finale applausi dalla Curva Sud del Vicenza alla formazione granata, saluto ricambiato dai tifosi della Regia alla formazione di mister Di Carlo. A seguire festa fuori dallo stadio tra le due tifoserie gemellate: lo sport, per fortuna, è anche questo.


Vota il migliore granata in campo

 


Il tabellino

VICENZA-REGGIANA 1-0
Marcatori: al 40'pt Bruscagin (V).
VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Bruscagin, Padella, Cappelletti, Liviero; Vandeputte (dal 40'st Guerra), Pontisso (dal 20'st Cinelli), Rigoni (dal 20'st Zonta); Giacomelli; Saraniti (dal 26'st Pasini), Marotta. A disp.: Albertazzi, Bonetto, Bizzotto, Bianchi, Emmanuels, Scoppa, Arma, Tronco. All.: Domenico Di Carlo.
REGGIANA (3-4-2-1): Narduzzo; Spanò, Rozzio (dal 45'st Haruna), Espeche; Libutti, Rossi, Varone (dal 30'st Brodic), Favale (dal 15'st Kirwan); Staiti (dal 30'st Radrezza), Zanini (dal 15'st Scappini); Kargbo. A disp.: Voltolini, Santovito, Martinelli, Costa, Muro. All.: Massimiliano Alvini.
Arbitro: Gariglio di Pinerolo, coadiuvato da Massimino di Cuneo e Gualtieri di Asti.
NOTE - Spettatori totali 8105, di cui 604 ospiti, calci d'angolo 6-3; ammoniti: Saraniti, Liviero, Giacomelli, Bruscagin (V); Favale, Espeche (R); espulso Kargbo al 48'st per intervento scomposto su avversario.

Commenti

I risultati della 10ª giornata. Padova ancora k.o., Vicenza e Carpi sorpassano la Reggiana
Alvini dopo il k.o. di Vicenza: «È mancato solo un guizzo per poter pareggiare»