Primo Piano

Piccoli: «Oggi lo spirito ha fatto la differenza. Il bel gioco? In certi casi meglio essere concreti»

«Spanò? Eravamo d'accordo che appena avesse sentito un fastidio, lo avremmo sostituito subito»

Mauro Falduto
06.01.2019 18:00

Con mister Antonioli squalificato ma presente in tribuna, a guidare la squadra dalla panchina contro il Crema è stato il vice Ivan Piccoli, compagno di avventure del tecnico romagnolo anche la scorsa stagione a Ravenna.


La prima partita dell'anno è iniziata con un po' di difficoltà?
«Ogni partita è una battaglia. Sapevamo di affrontare un Crema forte e ben organizzato: in certi frangenti abbiamo fatto fatica, tant'è che siamo andati sotto di un gol, poi abbiamo deciso di fare qualche modifica, visto che nei primi venti minuti la marcatura a uomo non stava dando buoni frutti. Abbiamo rimediato rimettendo il centrocampo a quattro e le cose sono decisamente migliorate. E lo si è visto nel secondo tempo».

Come ha visto il Crema?
«I nerobianchi sono stati bravi a metterci in difficoltà perciò è giusto dare merito agli avversari quando ne hanno. Del resto sono tutte squadre che quando vengono in questo stadio, tirano fuori il loro 150%».

Non è facile esprimere un bel gioco davanti a queste squadre...
«Il bel gioco lo vorremmo tutti. Abbiamo visto che squadre anche più attrezzate di noi fanno fatica ma in queste situazioni è meglio giocare in modo poco pulito e cercare di essere concreti per portare a casa i tre punti».

L'infortunio di Spanò vi ha sorpreso?
«Abbiamo provato a schierarlo in campo perchè aveva buone sensazioni ma eravamo d'accordo che appena avesse sentito un fastidio, lo avremmo sostituito subito. Così è stato quindi si può parlare di una scelta a tavolino, di comune accordo. Ovviamente ci spiace, parliamo di un giocatore fondamentale per noi».

Qualcuno ha recriminato per l'ennesimo rigore non concesso dall'arbitro?
«Non ho visto ma non mi interessa. Tanto ormai conta poco».

Cosa le è piaciuto di più della squadra?
«Sicuramente lo spirito. Ho visto una coesione che tante squadre non hanno».

Cosa invece le è piaciuto meno?
«C'è sempre qualcosa da migliorare. Bisogna imparare a concedere meno occasioni agli avversari ma io credo che se dimostreremo sempre questo spirito, andremo molto lontano».


Vota il migliore granata in campo di Reggio Audace-Crema

Commenti

Le pagelle di Reggio Audace-Crema
Staiti ancora decisivo: «È iniziato un nuovo campionato, sarà una corsa contro noi stessi»