Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-Pordenone: Ajeti e Rozzio dominano, Yao ingenuo. Lunetta e Zamparo devono aggiustare la mira

Rossi punto di riferimento assieme a Radrezza. Laribi si accende a tratti. Gara di corsa e sacrificio per Varone.

Gianluca Ferrari
01.05.2021 17:30

Venturi 6,5 Praticamente inoperoso nel primo tempo, nella ripresa sbaglia l'uscita ma rimedia respingendo in qualche modo il colpo di testa di Musiolik da corner. Poi è chiamato al grande intervento per deviare in angolo il tentativo di Butic nel finale.

Libutti 6 In difficoltà nel primo tempo, dalle sue parti arrivano infatti tutti i pericoli per la porta granata. Concentrato e solido nella ripresa, soprattutto nell'assedio finale.

Ajeti 8 Salva la porta in avvio anche se rischia toccando con il braccio in caduta, poi respinge tutto quello che passa dalle sue parti e segna su mischia il gol che tiene in corsa i granata nella lotta salvezza. 

Rozzio 7,5 Di testa sono praticamente tutte sue: perfetto nel senso della posizione e nella tempestività degli interventi. Si rende pericoloso anche in avanti, è lui infatti a colpire il palo prima del tap-in vincente di Ajeti.

Yao 4 Richiamato più volte da Alvini, fatica ad entrare in partita e si becca un giallo a fine primo tempo. Poi, ad inizio ripresa, interviene in ritardo e in gioco pericoloso su Magnino, nella metà campo avversaria, beccandosi la seconda ammonizione e lasciando i compagni in inferiorità numerica appena dopo il gol del vantaggio. 

Varone 6 Prezioso lavoro di contenimento e raddoppio sui portatori di palla avversari. Poco presente in avanti ma va bene anche così.

Rossi 6,5 E' il più lucido e determinato dei suoi all'inizio e si vede. Suona la carica, incita i compagni, sradica e distribuisce la solita marea di palloni in mezzo al campo (dal 40'st Espeche sv: irruento, finisce subito sulla lista dei cattivi).

Laribi 6 Nel primo tempo è l'unico che prova a creare fastidio alla retroguardia friulana con qualche spunto dei suoi. E' l'autore del tiro deviato in angolo che porta al gol di Ajeti (dal 26'st Kirwan 6: prezioso contributo in difesa nel difendere il vantaggio acquisito).

Radrezza 6,5 Inizia con il freno a mano tirato, con diversi errori e palloni persi, poi entra in partita mettendo in porta prima Zamparo poi Lunetta. Perfetto il calcio d'angolo dal quale scaturisce il gol decisivo (dal 26'st Muratore 6: in campo per alzare il muro difensivo e mettere pressione alla manovra del Pordenone, lo fa senza commettere errori).

Lunetta 5,5 Fatica a contenere Berra quando spinge dalle sue parti, poi ha una grandissima occasione ma colpisce solo il palo esterno. Fare gol non è il suo mestiere, ma queste occasioni vanno sfruttate. Viene sacrificato da Alvini dopo il rosso a Yao (dal 16'st Gyamfi 6: va a colmare il ruolo lasciato scoperto da Yao concedendo poco agli attaccanti neroverdi).

Zamparo 6 Un buon tentativo di punta, l'unico della sua gara, è parato da Perisan in due tempi: lì però doveva segnare. E' prezioso nel lavoro di sponda ai compagni come nell'occasione di Laribi da cui scaturisce il calcio d'angolo del vantaggio (dal 26'st Ardemagni 6: usa l'esperienza e l'astuzia per prendersi alcuni falli preziosi e far respirare la squadra).

Mister Alvini 6 La sua Reggiana non brilla certo per il gioco e, all'inizio, nemmeno per determinazione. Ma quando si toglie le ruggini della tensione e della paura date dall'importanza della gara, costruisce 2-3 palle gol importanti e torna a tratti ad essere quella che abbiamo imparato ad amare: umile, concentrata e compatta. Yao, già ammonito e in difficoltà, poteva essere richiamato in panchina per evitare ciò che poi è successo. Richiamando in panchina Radrezza, la Reggiana ha perso spunti in mezzo al campo prestando maggiormente il fianco al Pordenone ma in quel momento il mister ha preferito affidarsi ai muscoli dei subentrati.


Vota il migliore granata in campo

Commenti

Pescara, contro la Reggiana è davvero l'ultima chiamata
La Reggiana è ancora viva! Ajeti abbatte il Pordenone e tiene in corsa i granata