Primo Piano

Alvini: «Oggi è mancato solo il gol. In Serie B bisogna investire sull'utilizzo della tecnologia»

«Abbiamo fatto una partita onesta contro un avversario costruito per altri obiettivi. Kargbo? Faticava a camminare, per questo non ha giocato»

Mauro Falduto
17.10.2020 18:15

Massimiliano Alvini non nasconde l'amarezza per il k.o. casalingo con il Chievo, soprattutto per quanto riguarda l'episodio chiave registrato nel primo tempo con protagonista Zamparo, ma guarda comunque al bicchierie mezzo pieno nonostante la sconfitta.


Mister, la prima domanda è inevitabilmente su Kargbo. Come mai oggi non è sceso in campo?
«Augustus ieri si è tagliato sotto il piede e faceva fatica a mettere gli scarpini e camminare. Vediamo per quanto ne avrà...».

Tornando alla partita, oggi Reggiana generosa ma poco pericolosa. Cosa è mancato?
«Non sono assolutamente d'accordo. La Reggiana ha fatto una partita onesta, giocando con grande intensità contro un avversario importante. E' mancato il gol o forse lo avevamo fatto in quell'occasione dubbia: la partita sarebbe finita in pareggio...».

Qual è il suo giudizio sugli esterni Kirwan e Zampano?
«Partita straordinaria la loro, ma lo è stata per tutta la squadra. I giocatori hanno messo impegno e voglia contro un Chievo che ha ben altri obiettivi. Ho poco da rimproverare ai ragazzi dal punto di vista dell'organizzazione e dell'aggressività mostrata in campo. E' mancato solo il gol, che i ragazzi avrebbero meritato».

Quanto sono stati determinanti gli episodi in questa partita?
«Credo che in Serie B dove ci sono società importanti che fanno sempre grossi investimenti, sia necessario almeno l'uso della goal-line technology. Non voglio sindacare sull'episodio che è capitato oggi a noi, ma ritengo che almeno queste situazioni debbano essere risolte. La goal-line technology oggi avrebbe dato una grossa mano all'arbitro e al guardalinee. Vorrei aggiungere un'altra cosa...».

Prego.
«La Reggiana non butta le partite in “caciara”. Siamo una squadra disciplinata che non è salita in serie B così per caso. La Reggiana è molto rispettosa verso gli arbitri, verso i loro assistenti e in generale verso tutti. Oggi abbiamo subìto questa situazione che poteva essere un gol per noi e abbiamo anche protestato, ma tutto è finito lì in maniera civile e professionale. Ci tengo a dirlo per educazione e rispetto e perchè sappiamo che quello che abbiamo conquistato finora, lo abbiamo ottenuto meritatamente. L'errore ci può stare: per esempio, anche il Chievo stesso due domeniche fa è stato penalizzato con due rigori non dati. L'importante è avere sempre rispetto ed educazione. Spero comunque che la Lega di Serie B possa valutare l'ipotesi della goal-line technology che sarebbe un vantaggio per gli arbitri. In ogni caso noi dobbiamo solo guardare avanti e pensare alla partita di martedì contro l'Ascoli».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Chievo

Commenti

Serie B, i risultati della 3ª giornata. Salernitana in testa, primi tre punti per il Brescia
Varone: «Gara decisa da un episodio. Martedì ci attende una nuova battaglia»