Primo Piano

Game over per la Reggiana: ciclone Gonzalez, l'Alessandria la spunta 2-1

Gianluca Ferrari
14.06.2017 23:10

Si ferma in semifinale la corsa della Reggiana alla Serie B. I granata di mister Menichini si arrendono 2-1 alla corazzata Alessandria nel penultimo atto dei playoff di Lega Pro chiudendo comunque a testa alta la propria cavalcata alla serie cadetta. A decidere il match una doppietta dello scatenato Pablo Gonzalez, autentico trascinatore della squadra guidata da mister Pillon. A nulla è servito il gol del neo entrato Guidone che ha comunque reso incerto il risultato fino al triplice fischio finale.

LA PARTITA. Menichini conferma l'undici della vigilia con Sbaffo trequartista dietro al tandem Marchi-Cesarini. Nulla da fare per Contessa che si accomoda in panchina, al suo posto in campo Panizzi. I granata partono forte e senza timore, ma alla prima imbucata vengono colpiti: palla persa a centrocampo, Bocalon imbecca Pablo Gonzalez che scappa via sul filo del fuorigioco e fulmina Narduzzo dopo appena 5 minuti. I piemontesi provano subito ad accelerare con Marras che impegna Narduzzo dal limite. La Reggiana fatica a trovare spazi per rendersi pericolosa nonostante un Marchi in grande spolvero: è proprio il numero nove granata a suonare la carica ai suoi, ma il suo destro non impensierisce più di tanto Vannucchi.

I "grigi" si difendono con ordine e puntano sulle ripartenze del duo Bocalon-Gonzalez che arrivano più volte al tiro. Al 34' i granata protestano per un fallo di Celjak su Cesarini all'interno dell'area di rigore e, cinque minuti più tardi, lo stesso Cesarini colpisce la traversa con uno stupendo tiro a giro da fuori area. La Reggiana va al riposo sotto di un gol, ma dimostra di essere in partita mettendo sotto i più quotati avversari per tutta la parte conclusiva del del tempo.

La ripresa si apre con una bellissima punizione di Genevier che esce di pochissimo alla sinistra di Vannucchi e spinge i granata all'arrembaggio. Quando l'inerzia del match sembra dalla parte degli uomini di Menichini arriva il raddoppio dell'Alessandria: sull'ennesimo lancio lungo dalle retrovie, Gonzalez prende il tempo a Spanò e batte nuovamente a tu per tu Narduzzo siglando la doppietta personale. Menichini getta nella mischia Guidone e Maltese, ma il secondo gol dei piemontesi sembra aver tagliato le gambe ai granata: almeno fino al 32' quando è proprio il neo entrato Guidone a ribadire in rete una respinta del portiere Vannucchi dopo il traversone di Sbaffo e a riaprire il match. Genevier e compagni provano il tutto per tutto negli ultimi minuti senza riuscire però a creare veri pericoli alla squadra di Pillon che trionfa 2-1 e vola in finale dove incontrerà il Parma. Per i granata tanta amarezza, ma anche tanti applausi da parte dei 2500 tifosi giunti al "Franchi" e la consapevolezza di aver disputato un'ottima stagione.

Vota il migliore in campo nel sondaggio!

Il tabellino

ALESSANDRIA-REGGIANA 2-1
Marcatori: 5' pt e 20' st Gonzalez, 33' st Guidone.
ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi; Celjak, Gozzi, Sosa, Manfrin; Marras, Cazzola, Branca, Nicco (47' st Barlocco); Gonzalez (45' st Mezavilla), Bocalon (17' st Fischnaller). A disp. La Gorga, Piccolo, Piana, Nava, Sestu, Rosso, Iocolano, Evacuo. All. Pillon.
REGGIANA (4-3-1-2): Narduzzo; Ghiringhelli (40' st Pedrelli), Spanò; Trevisan, Panizzi; Bovo (24' st Guidone), Genevier, Carlini; Sbaffo; Cesarini, Marchi (30' st Maltese). A disp. Perilli, Errera, Contessa, Lombardo, Mecca, Riverola. All. Menichini.
Arbitro: Piscopo di Imperia.
NOTE - Ammoniti: Cesarini, Bocalon, Cazzola, Sbaffo.

Commenti

Le pagelle di Alessandria-Reggiana
Menichini: «È finita male ma sono orgoglioso di questa Reggiana»