© AC Reggiana 1919
L'avversario

Reggina, l'avvio stentato è un lontano ricordo: ora la salvezza è in cassaforte

Gli amaranto di mister Baroni hanno messo nel mirino i playoff. L'ex Bari Folorunsho è il capocannoniere con 6 centri

Redazione TuttoReggiana
16.04.2021 17:00

Dopo un avvio di campionato irto di difficoltà con tanti risultati deludenti, la Reggina si è largamente ripresa e può ora puntare anche ad un piazzamento playoff. L'arrivo in panchina di Marco Baroni (subentrato a Mimmo Toscano a metà dicembre) ha portato risultati e restituito entusiasmo ad una piazza che dopo il ritorno in Serie B da sei anni a questa parte (e una rifondazione) sogna il salto in Serie A che manca dai primi anni 2000. La Reggina ha conquistato 12 punti nelle ultime 7 giornate risalendo fino alla decima posizione: i calabresi hanno perso una volta soltanto negli ultimi 630’ del torneo, 0-1 a Brescia lo scorso 16 marzo; in mezzo tre successi ed altrettanti pareggi.

LA SQUADRA. La rosa allestita dal ds Massimo Taibi (celebre portiere che ha iniziato poi la carriera da dirigente alla Rubierese) era già dall'estate costruita per puntare alle posizioni di vertice, ma i tanti infortuni della prima parte di stagione (e l'età media più alta della categoria) ne hanno condizionato il rendimento. L'apporto di Jeremy Menez (ex Roma, PSG e Milan) è discontinuo, ma in attacco c'è l'eterno German Denis (39 anni, 4 gol in campionato finora) e hanno avuto un buon impatto gli acquisti invernali di Montalto (20 gol in B con la Ternana tre anni fa) e di Simone Edera, prelevato dal Torino. Ceduti Lafferty, Charpentier, Vasic e Mastour, è finalmente maturato il croato Mario Situm così come l'honduregno dell'Inter Rigoberto Rivas (3 gol), mentre Nicola Bellomo è una conferma. Il migliore marcatore è a sorpresa il centrocampista Folorunsho con 6 reti, in mezzo al campo le scelte si sprecano con l'ex Cagliari, Bologna e Crotone Lorenzo Crisetig, Nicolò Bianchi (già avversario della Reggiana con le maglie di Bassano e Vicenza) e l'esperienza di Marco Crimi, ingaggiato a gennaio dalla Virtus Entella. In difesa Liotti è il terzino goleador (5 centri) che si gioca la fascia sinistra con Gianluca Di Chiara, passato dal vivaio della Reggiana dove ha anche esordito tra i professionisti nel 2011 prima di disputare campionati importanti con Perugia, Carpi e Benevento (con i giallorossi anche in Serie A); Cionek ha esperienza in Serie A, ma nelle ultime gare si è ritagliato minuti importanti il giovane 19enne della Fiorentina Christian Dalle Mura in coppia centrale con il greco Stavropoulos. In porta Plizzari (classe 2000 di proprietà del Milan) ha perso il posto da titolare in virtù dell'arrivo del più esperto Nicolas (già in Serie A con Verona e Udinese).

PRECEDENTI. Nel match di andata dello scorso 27 dicembre il gol di Bellomo a pochi minuti dal termine consegnò l'importante successo dei calabresi al “Città del Tricolore”. In totale sono 31 i passati incontri tra le due compagini a partire dagli anni '50: la Reggina conduce con 13 vittorie a fronte delle 7 granata; 11 i pareggi. Gli ultimi confronti tra granata e amaranto risalgono alla stagione '98/'99 proprio in Serie B: netto 3-0 per i calabresi all'andata, 1-1 al ritorno al "Giglio" con gol di Margiotta. L'ultimo successo della Regia risale invece al campionato cadetto '90/'91 nella prima giornata di ritorno: 2-0 al "Mirabello" firmato da Melchiori e Ravanelli.

Commenti

Tegola sull'attacco granata, Mazzocchi ha riportato una frattura vertebrale
Laribi: «Il miracolo è ancora possibile, ma dobbiamo migliorare in zona gol»