Primo Piano

Alvini: «Contro il Monza servirà una Reggiana aggressiva e coraggiosa»

Il tecnico granata alla vigilia del big match contro i brianzoli: «Ci sono tante assenze, ma andremo in campo senza alibi. Mercato? Non ho tempo per pensarci, mi fido di Doriano»

Gian Marco Regnani Gian Marco Regnani
05.12.2020 17:40

Massimiliano Alvini sa che la sua Reggiana ha passato una settimana complicata dovendo traslocare a San Martino in Rio per completare gli allenamenti, ma in fase di presentazione della sfida contro il Monza non cerca alibi.

«Prendere gol al 90º lascia un po’ di amarezza però alla fine sappiamo che ogni punto portato a casa è importante e prezioso come un diamante - sottolinea il tecnico di Fucecchio in riferimento al pareggio con la Cremonese - Ottenere i tre punti sarebbe stato un risultato straordinario e non ci siamo andati lontanissimi…».

La settimana che porta alla sfida col Monza è stata caratterizzata da neve e tanta pioggia…
«E’ stata una settimana pazzesca, ma non cerchiamo alibi: l’unico che mi tengo è la sconfitta ingiusta subita con la Salernitana. Ringrazio la società per gli sforzi fatti, ma per il futuro la prima cosa da pensare è la costruzione di una location definitiva dove poterci allenare in tutte le condizioni. Pensare di dover traslocare sempre anche in Serie B è difficile. Voglio aggiungere una cosa…».

Prego.
«La scorsa settimana abbiamo affrontato una squadra come la Cremonese che ha un centro sportivo bellissimo e ogni anno prova a fare il salto di qualità senza riuscirvi. Questo dimostra che la Serie B è un campionato difficilissimo e ogni punto conquistato è preziosissimo. A noi manca il calore della nostra gente e la loro presenza allo stadio e agli allenamenti: se i tifosi vedessero da vicino i nostri sforzi capirebbero maggiormente il valore della Serie B e di quello che stiamo cercando di fare. Andiamo avanti con fiducia».

Veniamo alla partita di domani. Come sta la Reggiana?
«Ci saranno diverse assenze. Oltre a Gyamfi e a Germoni che forse rivedremo contro Brescia o Frosinone, martedì si è fermato anche Muratore: la sua è un’assenza che mi preoccupa e ne avrà per 15 giorni credo. Mi dispiace perché domani la sua presenza avrebbe fatto comodo, così come quella di Costa squalificato. In più un altro giocatore ha avuto dei problemi stamattina: domani valuteremo meglio le sue condizioni».

Ci saranno quindi delle novità?
«Con così tante assenze possiamo fare pochi cambiamenti. Saremo la stessa squadra di sempre con qualche accorgimento in più come è successo con la Cremonese. Chi metterò sulle fasce? Chiunque giocherà farà bene sia in fase di attacco che di contenimento: servirà una partita aggressiva e coraggiosa da disputare con grande intelligenza tattica».

Il campo pesante potrebbe condizionare alcune sue scelte?
«Speriamo che entro domani possa smettere di piovere, ma sicuramente il tempo avrà la sua incidenza e potrebbero esserci delle valutazioni o degli adattamenti sia nella scelta dei giocatori che in alcune opzioni tattiche».

Nelle ultime partite si è perso un po’ di vista Kargbo.
«E’ arrivato da noi non in forma, poi si è fermato per un taglio al piede ed è tra i giocatori che ha risentito di più del Covid. Sta crescendo e lo valorizzeremo: io ho fiducia in lui, so che farà un gran campionato ma ci vuole pazienza. Domani farà una buonissima partita».

Che Monza si aspetta di affrontare?
«Dire che è una squadra forte è scontato: è costruita benissimo e secondo me può puntare alla Serie A assieme a Spal, Empoli e Lecce. Il Monza ha un grande palleggio che ti può far correre a vuoto quindi dovremo essere aggressivi il più possibile per limitare il suo possesso palla. Sarà bello giocare contro di loro al “Giglio”, dispiace solo che i tifosi non possano vivere queste emozioni allo stadio».

Tra qualche settimana traccerà un bilancio in vista del mercato di gennaio?
«Non ho tempo di pensare al mercato, ci sono troppe partite all’orizzonte. Mi fido di Doriano (Tosi, ndr): sa dove possiamo migliorare e quali obiettivi sono raggiungibili con raziocinio».

Commenti

Serie B, i risultati della 10ª giornata. Il Cosenza pareggia a Vicenza, Salernitana sempre in vetta
IO TI VOGLIO BENE: nasce il voucher granata per le partite casalinghe della Regia