L'avversario

L'avversario - Lecce, organico costruito per vincere

La corazzata giallorossa di mister Corini ha il miglior attacco del campionato. I precedenti in terra pugliese sorridono alla Reggiana

Redazione TuttoReggiana
18.11.2020 18:00

Sabato pomeriggio - calcio d'inizio alle ore 14 - riprende il cammino della Reggiana in campionato con una delle trasferte più ostiche di tutta la stagione: allo stadio "Via del Mare" i granata saranno ospiti del Lecce, formazione retrocessa dalla Serie A che punta all'immediato ritorno in massima serie.

Finito il rapporto con Liverani (trascinatore con il doppio salto dalla C alla A in due anni), la società giallorossa con a capo il presidente Sticchi Damiani ha puntato su Eugenio Corini come allenatore di una squadra che è stata inevitabilmente cambiata a causa della retrocessione, ma che ha tenuto alcuni giocatori chiave per ambire alle prime posizioni in classifica. Il Lecce, attualmente quinto con 12 punti conquistati nelle prime 7 partite, viene da due convincenti vittorie per 3-1 in casa con il Pescara e 5-1 sul campo della Virtus Entella e ora può vantare il miglior attacco della categoria (13 gol).

Il top scorer con 4 reti è Massimo Coda, 32 anni, nelle ultime stagioni protagonista in Serie B con Salernitana e Benevento, prima ancora fu più volte avversario della Reggiana in Lega Pro quando vestiva le maglie di Cremonese e San Marino. Il reparto offensivo è ricco di concorrenza: sorprende l'acquisto di Pablo Rodriguez, 19 anni, talento del Real Madrid con cui ha vinto la Youth League, alle prese però con problemi fisici, giocano invece con regolarità il polacco Stepinski (negli ultimi tre anni sempre in Serie A con Chievo e Verona) e sulla trequarti il capitano Marco Mancosu, 32 anni, al Lecce già dal 2016 e da pochi giorni fresco di rinnovo di contratto. Dalla panchina scalpitano il fantasista Filippo Falco (ardito il soprannome "Messi del Salento") e il centravanti Pettinari (già a Lecce nel 2018). A centrocampo sono stati confermati elementi di esperienza come lo sloveno Majer e il greco Tachtsidis (tanti anni in Serie A con Roma, Catania, Torino, Verona, Genoa e Cagliari); fra i nuovi arrivi hanno ben impressionato lo scozzese Henderson, in gol due volte quest'anno e l'ex bandiera del Frosinone, Luca Paganini. Fra i pali conferme per il brasiliano Gabriel, mentre il secondo è l'esperto Vigorito. Anche la difesa è internazionale e con anni di categoria superiore sulle spalle: Lucioni, Rossettini e Calderoni sono gli over 30, il 22enne Adjapong del Sassuolo è il titolare sulla fascia destra, a sinistra il macedone Zuta cerca di ritagliarsi un posto, mentre il nazionale albanese Dermaku (scandianese di nascita cresciuto a Castellarano) dà fisicità e sicurezza al centro della retroguardia.

I PRECEDENTI. Regna l'equilibrio nelle precedenti sfide tra Reggiana e Lecce: 6 vittorie per parte, 8 i pareggi. L'ultimo confronto risale alla stagione 2012/13: 2-1 per i pugliesi tra le mura amiche (Matteini) e netto 2-0 al ritorno al "Città del Tricolore". Al "Via del Mare" la Reggiana in 10 incontri ha ottenuto 3 successi, altrettanti pareggi e 4 sconfitte. L'exploit più importante nella stagione 1993/94 in Serie A, un 4-2 firmato da Sgabrossa, Esposito, Padovano e Mateut. Nel 1998/99 gli ultimi confronti in Serie B: 2-1 granata al "Giglio" grazie alla doppietta di Neri, successo di misura dei pugliesi nella gara di ritorno.

Commenti

Obiettivo Lecce: rientrano Cambiaghi e Ajeti, Voltan rischia un nuovo forfait
Cerofolini ancora protagonista con la maglia azzurra