Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-Sambenedettese: Scappini decisivo, male il centrocampo

Varone e Radrezza non incidono, Libutti spinge con costanza a destra. Positivi Kargbo e Kirwan, bene gli ingressi di Haruna e Brodic

Gianluca Ferrari
03.11.2019 21:15

Narduzzo 6,5 Salvato dalla traversa in avvio, respinge alla grande il siluro dalla distanza di Volpicelli e dice di no due volte a Cernigoi. Sul sinistro di Orlando può solo stare a guardare.

Spanò 6,5 Perde una palla rischiosa in avvio ma riprende subito la concentrazione diventanto il solito muro dal quale è impossibile passare. Offre l'ennesima prova da gladiatore, prima di uscire a causa di un infortunio al ginocchio "maledetto" proprio sull'azione del gol ospite (dal 20'st Espeche 6 Dà ordine e infonde sicurezza alla retroguardia granata senza far rimpiangere il capitano).

Rozzio 7 Si fa sorprendere in avvio da Cernigoi ma la traversa salva anche lui. Poi non sbaglia praticamente più nulla e trova l'incredibile rete della vittoria a tempo scaduto con la complicità di Fusco e la furbizia di Scappini.

Costa 6 Sorveglia bene e senza affanno la sua zona di campo, sbrigando la situazione in più di una circostanza.

Libutti 6,5 Ogni azione pericolosa della Reggiana viene dai suoi piedi e, soprattutto, dai suoi cross. Offre due splendidi palloni a Scappini e preme continuamente l'acceleratore per sorprendere la difesa avversaria.

Varone 5 Giornata negativa per il Puma debilitato dalla febbre che, dopo tante partite passate a ruggire, non riesce a tirare fuori gli artigli e non trova mai l'inserimento giusto per far male, soffrendo la prorompenza dei centrcampisti di Montero (dal 15'st Staiti 6 Prova a dare una sveglia alla squadra con qualche azione personale).

Radrezza 5,5 Oggi, forse, quella che è venuta a mancare è stata la cerniera di centrocampo della Reggiana. In campo dall'inizio al posto di Rossi, non è sempre preciso nel servire i compagni e soffre anche lui l'atleticità della Samb.

Kirwan 6,5 Propositivo anche se troppo frettoloso in alcune circostanze. Nel primo tempo è quello che spinge di più, cercando insistentemente il suggerimento vincente. Cala nella ripresa ma è comunque utile in fase di ripiegamento (dal 32'st Brodic 6,5 Entra nell'azione del pareggio, dando il via alla rimonta granata)

Zanini 5 Vaga tra le linee avversarie senza mai trovare la posizione giusta per fare male. Ha un'unica, grande occasione che spreca malamente concludendo alto da buonissima posizione (dal 32'st Haruna 6,5: come a Modena, il suo ingresso è prezioso poiché strappa il pallone a Gelonese che porta alla rete del pareggio)

Kargbo 6,5 Corre, scatta e si muove costantemente attorno a Scappini cercando il guizzo vincente ma un po' di imprecisione e un grande intervento di Fusco gli negano la gioia del gol. L'impegno e la costanza, però, non si discutono (dal 15'st Marchi 6 Entra per creare superiorità numerica in area avversaria nel finale).

Scappini 7 Per più di un'ora litiga con la porta e i difensori avversari, colpendo una traversa e prendendosi diversi botte. Poi si trasforma nel solito bomber implacabile, ribadendo in rete una respinta di Fusco su tiro di Brodic e "disturbando" quel che basta lo stesso portiere in occasione del 2-1. In una parola: decisivo.

All. Alvini 6,5 Rispetto alla prestazione nel derby, la sua Regia fa un bel passo indietro anche se gli infortuni lo privano di alcuni dei suoi uomini migliori. Per larghi tratti di gara, la Samb trova il modo di rendere inefficace il gioco granata e anche i primi cambi, purtroppo, non sembrano cambiare le cose. Saggia la scelta di tenere dentro fino alla fine Scappini. Questa squadra ha carattere e motivazioni tali che solo un allenatore come lui può infondere

Commenti

I risultati della 13ª giornata. Il Padova sbanca Vicenza e torna in vetta, Feralpi a valanga sulla Triestina nel posticipo
Alvini: «Solo fortuna? Ci abbiamo creduto fino alla fine»