Primo Piano

Alvini: «Non sono sorpreso dal risultato, è un buon punto sul nostro percorso»

L'allenatore della Reggiana guarda con fiducia alle prossime sfide: «Dobbiamo migliore su alcuni aspetti ma ho visto la personalità giusta»

Tommaso Casotti
08.09.2019 20:15

In sala stampa dopo il 2-2 con l'Imolese il tecnico granata Massimiliano Alvini guarda il bicchiere mezzo pieno, consapevole di aver conquistato un punto in un match che alla fine del primo tempo vedeva i granata in svantaggio di un gol. «Qualsiasi partita di questo campionato sarà così - chiosa - la differenza è minima e si decide con gli episodi. Basta vedere i risultati, le partite sono sul filo degli equilibrio».

Mister, l'Imolese vista oggi vi ha sorpreso?
«No, non sono affatto sorpreso. Mi aspettavo una partita complicata contro una squadra che ha molta qualità e giocatori esperti, con un buon palleggio. La rete del 2-2 è arrivata nel momento in cui avevamo la partita in mano, Latte Lath è un giocatore importante che è stato premiato da una nostra deviazione».

Resta il rammarico per la vittoria mancata...
«Sì, perchè l'avevamo raddrizzata e quando pensavamo di averla vinta abbiamo subìto un gol che si poteva evitare su una transizione nata dagli sviluppi di un nostro calcio d'angolo. Devo fare comunque i complimenti alla squadra per come ha reagito nel secondo tempo, il gol di Scappini poi è stato straordinario».

Cosa ha detto ai giocatori nell'intervallo?
«Ho detto di restare tranquilli e di continuare a giocare come sapevamo. Nel primo tempo certe occasioni non sono state sfruttate e abbiamo fatto fatica a leggere certe situazioni, senza concedere tanto, ma alla fine abbiamo preso gol».

Perché ha preferito Rodriguez dal primo minuto anziché Marchi?
«E' una scelta tecnica, Rodriguez in certi momenti è stato devastante e l'asse sinistro con Libutti ha funzionato molto bene». 

In classifica comunque regna ancora l'equilibrio...
«Siamo in una posizione importante, è un buon punto sul nostro percorso, non sono scontento. Si è visto il carattere della squadra, veniamo da due mesi di grandissimi sforzi, tutti stanno mettendo impegno per proseguire un questo viaggio. Dobbiamo migliorare su alcuni aspetti, ci è mancato qualcosa, ma voglio sottolineare la personalità e la voglia di riprendere la partita».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Imolese

Commenti

Amadei apre le porte a Carmelo Salerno per un ruolo societario nella Reggiana
Gli highlights di Reggiana-Imolese 2-2