Primo Piano

Quintavalli: «Giocando sempre così, i playoff iniziano a starci stretti...»

«Questa Reggiana crede nella forza del gruppo e non si monta la testa. Kargbo? Sorpreso dal suo rendimento senza Marchi e Scappini»

Mauro Falduto
13.10.2019 20:30

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da TuttoReggiana (@tuttoreggiana) in data:


Mister Massimiliano Alvini non si è presentato in sala stampa al termine di Reggiana-Triestina per lasciare spazio ai suoi giocatori, allora a prendere la parola per primo è stato il presidente Luca Quintavalli che ha esaltato la grande prestazione della squadra e non ha nascosto le ambizioni di vertice del club granata.


Presidente, un commento a caldo sulla partita?
«Sicuramente è stata una partita al cardiopalma ma sono contento di aver visto una Reggiana determinata a portare a casa il risultato. Ho fatto i complimenti al mister anche perchè combattere così e riuscire a vincere rappresenta un buon risultato, sia a livello mentale che nel piano della convinzione. Questa è una Reggiana che crede nella forza del gruppo e lo si vede dal fatto che anche se cambiano i giocatori, il ritmo è sempre alto. Abbiamo creato molte occasioni, tant'è che se penso ai gol che ci siamo mangiati, potevamo vincerla 8-1. In ogni caso siamo molto soddisfatti dell'area tecnica che sta lavorando su una squadra di grande valore. Infine, ringrazio il pubblico venuto oggi. Avere uno stadio così è sempre un bel vedere».

Il mister ha preferito non parlare dopo la partita davanti alle telecamere per lasciare spazio ai giocatori
«Sì, l'ho incontrato dopo il triplice fischio e ho visto che ha fatto i complimenti ai ragazzi, ma li ha anche avvisati di non pensare di aver fatto chissà cosa. Direi che questi giocatori stanno ascoltando il loro allenatore e stanno rappresentando al meglio Reggio Emilia».

Ormai non puntate più all'ottavo posto, ma a qualcosina di più...
«Diciamo che non ci siamo dati obiettivi: ce li creiamo gradino per gradino. Indubbiamente se si gioca sempre così, i playoff ci stanno un po' stretti. Ora comunque bisogna pensare alle prossime tre partite che saranno piuttosto complicate: la cosa più importante è che i giocatori non pecchino di eccessiva euforia. Il gruppo è di ottimo livello e sta portando grandi risultati. Parliamo di una squadra che per ora ha perso solo in amichevole contro il Genoa...».

Un commento sul giovane Kargbo, autore di una bella prestazione, condita da una doppietta...
«È un giocatore su cui ci sono continue evoluzioni: sta migliorando sempre di più. Sorprende molto il fatto che stia dando ottimi risultati anche senza Scappini e Marchi al suo fianco. Non molla su nulla e riesce a rientrare e a lavorare su palle considerate perse. Da avversario, se ti giri hai sempre l'incubo di vedertelo arrivare. Sono contento perchè si e integrato molto bene in un gruppo già avviato e questo non è sempre facile».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Triestina

Commenti

I risultati della 9ª giornata. Padova e Vicenza k.o., ne approfitta la Reggiana
Kargbo: «La fiducia in me non è mai mancata»