Primo Piano

Fausto Rossi non demorde dopo Salò: «Il Vicenza resta nel mirino»

«Dopo un pareggio del genere è normale essere amareggiati. L'importante è continuare a guardare in alto»

Mauro Falduto
23.01.2020 00:30

Il metronomo granata Fausto Rossi prova a guardare al bicchiere mezzo pieno nel post partita di Salò: «Alla fine abbiamo preso un punto in più che può fare comdo, ma è normale essere amareggiati - il commento del numero 5 granata - Abbiamo condotto la partita per 90 minuti creando diverse occasioni non sfruttate poiè arrivato quell'errore. Potevamo essere sempre a -5 dal Vicenza, ma il campionato è ancora lungo». 

Nel primo tempo la Reggiana è scesa bene in campo...
«Le buone condizioni del terreno ci hanno permesso di approcciare bene la partita. Tenere le redini dell'incontro è nel nostro dna così come essere aggressivi. Credo sia stata una delle migliori prestazioni della stagione».

Il gol subito è colpa di Rozzio, Venturi o della squadra?
«Un errore su 38 partite è ammissibile. A volte si fa bene, altre male: è giusto ricordare che alcuni dei nostri gol sono arrivati da azioni rilanciate dal portiere...».

Questo pareggio può incidere negativamente nella vostra testa?
«Essere arrabbiati è normale. Se non ci fosse l'amarezza per avere buttatto due punti sarebbe deleterio. Adesso ci focalizziamo sul match di lunedì sera: il Südtirol è una squadra veramente forte...».

Fisicamente stai bene?
«Sì. Dopo un inizio un po' sottotono nel girone d'andata ho ingranato e adesso spingo al massimo».

Guardiamo ancora al Vicenza?
«Sì. Guardare in basso non fa bene a nessuno».


Vota il migliore granata in campo di FeralpiSalò-Reggiana

Commenti

Alvini: «Partita dominata. Posso rimproverare poco ai ragazzi...»
Le pagelle di FeralpiSalò-Reggiana