Primo Piano

Le probabili formazioni di Mezzolara-Reggio Audace

Out Masini, mister Antonioli rilancia Bran e Osuji dal primo minuto

Redazione TuttoReggiana
16.03.2019 18:30

Allo stadio "Pietro Zucchini" di Budrio, la Reggiana di mister Antonioli torna quasi al completo e ritrova nell'undici iniziale due pedine importanti come il capitano Ale Spanò e Willy Osuji ma deve rinunciare ad un titolare come Masini, fermato nelle ultime ore da un affaticamento muscolare.

Davanti a Narduzzo giocherà l'affiatata coppia Spanò-Cigagna con Bran terzino destro e il solito Belfasti a sinistra. A centrocampo Alvitrez non ha i 90 minuti nelle gambe pertanto si alternerà con Osuji che partirà dall'inizio al fianco di Cavagna e Staiti. Sulla trequarti nuova chance per Dammacco dietro le punte Bardeggia e Zamparo, mentre Ponsat è ancora destinato ad entrare a partita in corso. Oltre a Masini mancheranno anche il lungodegente Rozzio e Broso: restano ancora da chiarire gli esatti tempi di recupero dell'ex Ravenna che certamente non saranno brevi. Dopo quattro mesi torna nella lista dei convocati l'attaccante classe '99 Rizzi.

Il Mezzolara di mister Togni dovrebbe presentarsi in campo con un equilibrato 4-3-3, capace di trasformarsi in un 4-4-2 nella fase di non possesso. Stagione finita per il difensore e capitano Papaianni (ex Correggese), torna tra i titolari la punta Sereni con Grazhdani in panchina.

 

I probabili schieramenti

MEZZOLARA (4-3-3): Malagoli; Mutti ('00), Dall’Osso, Stikas, Lo Russo; Roselli, Rinaldi ('00), Bertani ('99); Mezzetti, Sereni, Sala ('99). A disposizione: Di Berardino, Marzio, Nicoli, Kharmound, Menarini, Chmangui, Bertetti, Grandini, Grazhdani. Allenatore: Romulo Togni.

REGGIO AUDACE (4-3-1-2): Narduzzo; Bran (‘00), Spanò, Cigagna (‘99), Belfasti; Staiti, Cavagna, Osuji; Dammacco (‘98); Bardeggia (‘00), Zamparo. A disposizione: Rossi, Ungaro, Palmiero, Cozzolino, Casanova, Cozzari, Pastore, Piccinini, Alvitrez, Rizzi, Ponsat. Allenatore: Mauro Antonioli. 

Commenti

Tutti presenti a Bosco, la rifinitura di domani scioglierà gli ultimi dubbi di formazione
Antonioli: «La sosta è servita, ora dobbiamo dimostrare sul campo il nostro valore»