Primo Piano

Rozzio: «La società vuole che guardiamo avanti. Non facciamo un dramma di questa sconfitta»

«Il Carpi ci ha sovrastati dal punto di vista fisico e atletico. Non abbiamo trovato la forza di reagire»

Mauro Falduto
09.02.2020 18:30

«Commentare un 5-1 non è mai facile, direi umiliante - sottolinea Paolo Rozzio in sala stampa dopo la debacle del "Cabassi" che lo ha visto uscire a pochi minuti dal termine dopo aver avvertito un fastidio al flessore - Dispiace per i tanti tifosi che sono venuti a sostenerci, tant'è che sembrava di giocare in casa. La sconfitta ci può stare ma sarebbe stato meglio perderla magari 2-1. Eppure fino al loro pareggio è stata una gara equilibrata e sinceramente non credevo ci avrebbero fatto il secondo gol. Dopo è arrivato il 3-1 e non abbiamo trovato la forza di reagire. È stata una giornata negativa in un campo difficile in cui si faceva fatica a giocare la palla. Per questo in difesa abbiamo preferito evitare di giocare per non rischiare. I meriti vanno al Carpi che dal punto di vista di vista fisico e atletico ci ha sovrastato».

Nonostante la sconfitta, rimane una certa fiducia tra voi...
«Sì, personalmente mi sento fiducioso. Oggi a differenza di altre partite è mancata la reazione al gol avversario. Dovevamo essere più cinici e cercare di chiudere il primo tempo sull'1-0. In ogni caso, continuiamo su questa strada e cominciamo a pensare alla prossima partita contro l'Arzignano».

Una brutta sconfitta che ricorda un po' quel Reggiana-Mestre 0-4 di qualche stagione fa...
«Quella volta è stato peggio. Il Mestre contro di noi fece una grande partita, oggi invece il Carpi ha giocato in modo più aggressivo e ha approfittato di qualche episodio favorevole trovando una meritata vittoria».

Che messaggio avete ricevuto dalla società negli spogliatoi?
«Il messaggio è quello di guardare avanti. Abbiamo perso un punto di distanza dal Vicenza ma sarebbe un suicidio farne un dramma. Una sconfitta del genere può capitare, ma siamo secondi e il campionato è ancora lungo».


Vota il migliore granata in campo di Carpi-Reggiana

Commenti

Cianci, nel derby la prima tripletta in carriera: «Mi spiace che sia arrivata contro la Reggiana»
Paura in campo per Radrezza, in ospedale per accertamenti