Primo Piano

Reggiana vs Samb, il secondo posto si decide in 180 minuti. Occhio però a Südtirol e Mestre

Serve un passo falso dei marchigiani, ma c'è il rischio di chiudere la stagione al quarto o addirittura quinto posto

Gian Marco Regnani
26.04.2018 12:00

La Reggiana è matematicamente qualificata ai playoff, e questo è il primo dato di fatto. Il calendario delle ultime due giornate di campionato pone di fronte ai granata la sfida casalinga alla capolista Padova e la successiva trasferta a Teramo: con sei punti i granata non avrebbero comunque la certezza di raggiungere il tanto ambito secondo posto, serve per forza un passo falso della Sambenedettese che in classifica ha una lunghezza di vantaggio (52 vs 51).

Il Padova non ha più nulla da chiedere a questo campionato, arriverà fra pochi giorni al "Città del Tricolore" con la testa libera da ogni pressione e questa potrebbe essere un'arma a doppio taglio per i patavini ma di sicuro i granata, falcidiati dagli infortuni nel reparto arretrato, non avranno vita facile contro i campioni in carica punzecchiati al punto giusto in settimana da mister Bisoli che ha dichiarato a tutti i media veneti di voler tornare nella città di Sant'Antonio con tre punti in saccoccia. Discorso diverso per quanto riguarda il Teramo: domenica gli abruzzesi sono attesi da uno scontro salvezza a Fano che, in caso di vittoria biancorossa, potrebbe consegnare la matematica salvezza alla squadra di mister Palladini. In caso contrario, domenica 29 aprile il match con la Reggiana sarebbe l'ultima occasione utile per la truppa aprutina di evitare la roulette dei play out. E le avversarie dei granata? La Sambenedettese è artefice del proprio destino: 6 punti contro AlbinoLeffe e Triestina permetterebbero ai rossoblù di festeggiare la qualificazione al secondo turno della Fase Nazionale dei playoff, così come un arrivo a pari merito con la Reggiana per via del vantaggio negli scontri diretti. La squadra del vulcanico presidente Fedeli però è reduce dal pesantissimo k.o. di Pordenone (4-0) e affronterà l'AlbinoLeffe, formazione non ancora certa di approdare alla post season, con diverse defezioni importanti (out Marchi, Miracoli, Ceka e Miceli, mister Capuano squalificato un turno) mentre all'ultima giornata affronterà una Triestina che al "Nereo Rocco" vorrà a tutti i costi vincere per tenere viva la speranza di qualificazione ai playoff. I granata però devono anche guardarsi le spalle, poiché c'è anche il rischio di terminare il campionato al quarto posto: a pochi passi da Cesarini e compagni infatti incombono Südtirol e Mestre. Il Südtirol dell'ex Paolo Zanetti grazie alla vittoria in extremis di domenica scorsa contro la FeralpiSalò ha rilanciato le sue ambizioni d'alta classifica; domenica gli altoatesini faranno visita al Ravenna mentre il prossimo 6 maggio si giocheranno le loro residue chances di approdare quantomeno al terzo posto affrontando nello scontro diretto al "Druso" il Mestre. Proprio la squadra di mister Zironelli è quella che spaventa di meno i granata, seppur umiliati nel match dello scorso 11 aprile: alla Reggiana basta infatti conquistare due punti sui sei a disposizione per tenere a distanza di sicurezza i veneti, impegnati fra tre giorni con il Santarcangelo prima del faccia a faccia contro il Südtirol all'ultima giornata. Sono quattro invece i punti che servono per annullare il pericolo rappresentato dal Südtirol in virtù degli scontri diretti favorevoli al team di Mike Piazza. Da queste ipotesi escludiamo in partenza Bassano (47 punti) e FeralpiSalò (46 punti) poiché entrambe le compagini osserveranno un turno di riposo il 6 maggio.

Per concludere, è bene ricordare la differenza che c'è tra l'arrivare secondi, terzi o quarti in classifica. Il secondo posto darebbe ai granata il diritto di iniziare l'avventura nei playoff dal secondo turno della Fase Nazionale (30.05-03.06). Il terzo posto cancellerebbe una settimana di riposo, costringendo la Reggiana a scendere in campo nel primo turno della Fase Nazionale (20.05-23.05). Il quarto posto finale obbligherebbe la squadra di Eberini a riprendere il cammino verso la B già il 15 maggio, nel secondo turno dei playoff dei gironi, in un duello da 90 minuti (senza supplementari e rigori, previsti solo dalle semifinali in poi) con un'avversaria già affrontata durante la regular season. E se Südtirol e Mestre dovessero concludere il campionato a pari punti (52) con i granata k.o. sia contro Padova che Teramo? La Reggiana in questo caso terminerebbe la stagione al quinto posto: ciò significherebbe che i playoff prenderebbero il via l'11 maggio, appena 5 giorni dopo la sfida di Teramo e con metà difesa ancora in infermeria. Nella remota possibilità in cui tutte e tre le squadre concludessero il campionato con il medesimo punteggio, si guarderebbe in prima istanza al numero di punti accumulati negli scontri diretti: solo 4 per la Regia ed al momento 4 per il Südtirol e 6 per il Mestre; rischio quinto posto concreto anche in quest'eventualità...

Qui il calendario completo degli spareggi promozione.

Commenti

Padova, la festa è qui: biancorossi scatenati al triplice fischio di AlbinoLeffe-Reggiana
Gli highlights di AlbinoLeffe-Reggiana