Primo Piano

Alvini: «La squadra non ha tradito nell'atteggiamento. Dal mercato aspetto una punta»

«Felice per il ritorno in campo di Venturi, peccato per l'infortunio a Narduzzo che potrebbe costringerlo a farsi operare»

Mauro Falduto
05.01.2020 20:00

La voce momentaneamente non c'è più, la grinta però è sempre la stessa. Massimiliano Alvini ha seguito con grande partecipazione il test di Scandiano contro il Como che ha messo in luce pregi e difetti della formazione granata.

Mister, iniziamo dalle belle notizie: oggi c'è stato il ritorno in campo di Giacomo Venturi.
«Notizia veramente straordinaria dopo tanto tempo che era fuori. Purtroppo non ci siamo fatti mancare niente, visto che ora abbiamo Narduzzo infortunato (problema al menisco, ndr). In realtà oggi Venturi non è stato molto impegnato, ma direi che quando è stato chiamato in causa, ha fatto bene».

L'infortunio di Narduzzo potrebbe essere una cosa lunga?
«Sembrerebbe di sì. Si è fatto male col Piacenza e dopo un mese di stop il ginocchio non è ancora guarito. In settimana ci sarà un consulto. Speriamo in buone notizie; se invece non sarà così, ci sarà bisogno di un intervento, che inevitabilmente allungherebbe le tempistiche del recupero».

Che partita si aspettava?
«Era una gara che temevo. Abbiamo giocato in maniera diversa, proponendo un 3-5-2 in vista di domenica prossima. Anche col Ravenna tra infortuni e squalifiche saremo contati ed è proprio per questo che oggi abbiamo voluto fare qualche prova e posso dire che le mie sensazioni sono positive».

I giocatori come li ha ritrovati dopo le feste?
«Questa è una squadra che non mi tradisce mai nell'atteggiamento. Oggi hanno fatto tutti bene, anche i ragazzi del vivaio che sono entrati in campo nel secondo tempo. Purtroppo ci sono stati un po' di contrattempi, vedi l'infortunio di Narduzzo oppure anche Voltolini che è stato tenuto a riposo precauzionalmente. Costa si è dovuto fermare, invece Favale si è fatto male in allenamento ma spero di averlo a disposizione nei prossimi giorni. Inoltre c'è Radrezza che non ha potuto giocare causa febbre alta. Per quanto riguarda Lunetta, la prossima settimana potrebbe tornare ad allenarsi».

E Scappini?
«Sta proseguendo pian piano il suo percorso. C'è un protocollo da seguire e non vogliamo forzare troppo. Meglio verificare gli step giorno dopo giorno».

Si aspetta qualche novità dal mercato?
«Sì, con il direttore Doriano Tosi c'è sintonia e sappiamo bene che dobbiamo prendere un giocatore».

Una punta?
«Stiamo cercando una punta, su questo non ci sono segreti. Dobbiamo cercare un attaccante, in base anche a quello che c'è sul mercato. Tosi conosce bene la situazione e sa che a gennaio è tutto più difficile: vorremmo trovare una punta da aggiungere a Marchi e Kargbo, in attesa di Scappini, perché non vorrei trovarmi con soli due giocatori là davanti. Abbiamo già sondato alcune situazioni ma non sono andate in porto, ma mi fido pienamente del lavoro del nostro direttore».

Commenti

A Scandiano poche emozioni e nessun gol, ma si rivede Venturi
Valencia si presenta: «Forza e dribbling i miei punti di forza. Il mister mi vede bene sulla trequarti»