Primo Piano

Le pagelle di Cesena-Reggiana

Difesa impeccabile, Rossi dà qualità al centrocampo. Polveri bagnate per Marchi e Kargbo, Scappini fatica e si vede

Lorenzo Chierici
09.11.2019 23:45

Narduzzo 6,5 Attento dopo pochi secondi sul tiro di Franco, dice di no anche a Butic e De Feudis nella ripresa. Non è stato impegnatissimo, ma dà sempre sicurezza al reparto.

Espeche 6,5 Si prende un’ammonizione, ma questo non lo condiziona e gioca una gara senza particolari sbavature dove è bravo anche nel liberare di testa diversi traversoni insidiosi. Sarà meno veloce di Spanò, ma è un giocatore affidabile, esperto e concreto. 

Rozzio 7 Bravissimo sulle palle alte, preciso negli anticipi, lucido e freddo quando deve uscire palla al piede o andare in diagonale per chiudere varchi lasciati da altri. Impeccabile. Senza Spanò, c’è bisogno di un capitan Rozzio così tutte le volte.

Costa 7,5 Dietro è praticamente perfetto, per tempismo, calma e capacità di essere al posto giusto nel momento giusto. Fa i falli che deve, si porta a casa un giallo, così come tutti i suoi compagni di reparto, ma non concede nulla. Perfetta anche l’intesa con Rozzio. A livello offensivo arriva anche a segnare di testa, ma per il guardalinee era in fuorigioco.

Libutti 6,5 Un’ottima partita difensiva in copertura su Valeri, mentre là davanti ha fatto un po’ più fatica. Bravissimo nell’andare a chiudere diverse diagonali quando la linea dei tre difensori si sposta in blocco sul lato opposto.

Rossi 6,5 Oltre a cercare di costruire la manovra, oggi il buon Fausto fa un grosso lavoro di copertura andando a rintuzzare sui vari portatori di palla, oltre a raddoppiare i difensori in uscita. Chiude stanco a metà ripresa (dal 35’st Radrezza 6 Cerca di prendere in mano la squadra, oltre a fare della legna come può e come deve. Non cambia le sorti del match, ma ci mette del suo toccando tantissimi palloni, anche perché a livello di caratteristiche è magari più un trequartista che un play puro).

Varone 5,5 Il “Puma” è in letargo. Ha fatto un lavoro sporco importante, ma non ha mai inciso a livello offensivo, sbagliando anche qualche appoggio. Dopo tante gare da migliore in campo o quasi, una pausa per rifiatare ci sta (dal 24’st Haruna 5,5 Prova a fare ciò che a Varone non è riuscito ma non incide più del dovuto e nella ripresa il centrocampo fa infatti fatica a costruire azioni importanti per gli attaccanti. Aiuta però tanto in fase difensiva).

Kirwan 6 Avrebbe potuto spingere di più, come suo solito, ma doveva bilanciarsi con il suo diretto avversario e non è stata una sfida facile. Ha comunque difeso discretamente, anche se nel secondo tempo la Reggiana, da quella fascia, ha sofferto un po’. Una prestazione comunque positiva.

Staiti 5,5 Gioca un po’ a corrente alternata dietro a Marchi e Kargbo; non si vede praticamente mai a livello offensivo, mentre dietro dà una mano. Non è stato certamente il miglior Staiti (dal 35'st Zanini s.v.: pochi minuti nei quali prova a dare man forte agli attaccanti).

Marchi 5,5 Si vede che non è al top. Non sfrutta la palla di Kargbo dalla destra, non attacca gli spazi con la potenza che lo contraddistingue. Gli servono tempo e lavoro per tornare il devastatore delle difese avversarie che tutti conosciamo (dal 44’st Brodic s.v.: un'apertura interessante verso Libutti e poco altro nei pochi secondi di gara che gli ha concesso mister Alvini).

Kargbo 6 Corre e si danna, quando parte in velocità può fare male, ma in un paio di circostanze si scorda il pallone, come faceva il buon Valencia ai tempi di Lucescu. Conclude in porta in un paio di occasioni, ma trova sempre il portiere avversario. Resta un punto di forza per questa Reggiana (dal 24’st Scappini 5,5 Non doveva neppure scendere in campo tuttavia ha giocato, ma ha fatto fatica. Inoltre, per uno come lui, servono palloni in area e di palloni in area, da quando è entrato, ne sono arrivati davvero pochi).

Mister Alvini 7 Manda in campo la migliore formazione possibile, al netto delle assenze e delle condizioni precarie di chi è presente in panchina. Nulla da dire sui cambi: Radrezza per Rossi per dare brio al centrocampo mantenendo alto il livello tecnico, Haruna per uno spento Varone per mantenere fisicità e freschezza anche in fase di interdizione, ma con una buona gamba per inserirsi. Dentro Scappini a mezzora dalla fine per un Kargbo che aveva fatto benino ma che è ben altra cosa a livello realizzativo. Di più non poteva fare e non ha perso, visto che il Cesena qualche occasione l’ha anche avuta. Adesso la Reggiana è questa ed è questo ciò che dobbiamo prendere.


Vota il migliore granata in campo

Commenti

Kirwan: «Cesena squadra tosta, è stata una partita equilibrata»
Gli highlights di Cesena-Reggiana 0-0