Primo Piano

Reggiana a testa alta in Laguna ma non basta. Il Venezia festeggia in rimonta

L'eurogol di Libutti illude i granata. Aramu firma la rimonta dal dischetto (rigore molto dubbio) e su assist di Johnsen. Nel finale Zamparo sfiora il pareggio

Lorenzo Chierici
01.03.2021 23:25

© AC Reggiana

La Reggiana torna a casa da Venezia con tanta rabbia in corpo. Rabbia per aver dimostrato ancora una volta di non temere il confronto con una "big" per poi essere beffata sul più bello. Rabbia, proprio come a Verona con il Chievo, per non aver portato a casa nemmeno un punto.

LA PARTITA. Davanti a Venturi, la Regia propone Libutti, Ajeti, Gyamfi e Costa, con Rozzio lasciato in panchina per motivi precauzionali. Davanti alla difesa confermatissimi, dopo la splendida gara di venerdì, la coppia formata da Varone e Del Pinto, davanti ai quali giocano Lunetta, Pezzella e Laribi. Confermato Mazzocchi al centro dell’attacco. La Reggiana parte nel migliore dei modi e dopo 12’ sfiora già il gol con Lunetta che mette in difficoltà il Venezia: dopo aver intercettato un pallone giocato male da Esposito, punta la difesa avversaria da sinistra e cerca il palo lontano, ma il suo bel diagonale costringe Pomini alla difficile deviazione in corner. Al 20’ la Reggiana passa: splendida apertura di Pezzella per Libutti che entra in area e controlla perfettamente il pallone, eludendo l’intervento scomposto di Di Mariano, per poi trafiggere Pomini con un esterno destro perfetto sotto l’incrocio opposto, realizzando un gran gol: 0-1. Allo scadere del primo tempo Aramu pareggia le sorti del match: cross da destra per Esposito che fallisce l’impatto del pallone di destro, la sfera resta lì e lui la cerca di colpire di destro, ma la gamba sinistra di Lunetta, che lo contrasta da tergo, blocca la gamba sinistra di Esposito al momento del tiro e l’arbitro assegna senza esitare il rigore. Veementi le proteste della squadra granata per la severa decisione da parte del signor Camplone, la terza ai danni dei granata dopo il penalty non concesso a Cittadella e quello negato a Mazzocchi con la Salernitana. Aramu con freddezza trasforma calciando centralmente e chiude il primo tempo in parità.

Nell’intervallo Del Pinto alza bandiera bianca e Alvini manda in campo Siligardi. La Reggiana cerca di pungere, ma è il Venezia a sfiorata per due volte il gol, prima con Aramu che colpisce la traversa su punizione dal limite, poi con un’incursione di Ricci da sinistra che nessun compagno riesce a sfruttare. Poco dopo, altro legno per il Venezia: cross per fatto per Forte che salta più in alto di Venturi e colpisce bene di testa, ma la traversa gli dice di no. Al 74’, però, i lagunari passano ancora con Aramu: Jonsen va dentro da destra, Varone tocca il pallone cambiandogli direzione tanto da favorire Aramu, che, solo davanti alla linea di porta, segna senza difficoltà. Alvini cambia modulo e passa a tre dietro ed inserisce Zamparo per Varone, ma il risultato non cambia. A pochi istanti dalla fine l'arciere granata, su perfetto cross di Kirwan da destra, colpisce di testa, ma Pomini si supera e respinge il pallone con un grande intervento a terra. Niente da fare: i tre punti li porta a casa Paolo Zanetti e il suo Venezia vola al secondo posto.


Vota il migliore granata in campo
 

Il tabellino

VENEZIA-REGGIANA 2-1
Marcatori: 20'pt Libutti, 46'pt rig. e 29'st Aramu
VENEZIA (4-2-3-1): Pomini; P.Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Ricci (44'st Felicioli); Fiordilino, Maleh; Aramu (44'st Modolo), Esposito (26'st Johnsen), Di Mariano (34'st Dezi); Forte (44'st Bocalon). A disp. Maenpaa, Ferrarini, Molinaro, Cremonesi, Rossi, Bjarkason, St Clair. All. Zanetti.
REGGIANA (4-2-3-1): Venturi; Libutti, Gyamfi, Ajeti, Costa (23'st Espeche); Del Pinto (1'st Siligardi), Varone (34'st Zamparo); Lunetta, Pezzella (23'st Kirwan), Laribi (23'st Radrezza); S.Mazzocchi. A disp. Voltolini, Rozzio, Cambiaghi. All. Alvini.
Arbitro: Giacomo Camplone di Pescara (Peretti, Della Croce; Amabile).
Note - Ammoniti: Fiordilino, Costa, P.Mazzocchi, Laribi, Maleh. Angoli: 7-4. Recupero tempo: pt 1', st 5'. Partita disputata a porte chiuse

Commenti

Serie B, i risultati della 26ª giornata. Tris Empoli a Reggio Calabria, colpo Pescara nel finale
Alvini: «Siamo amareggiati. Reggiana condannata da episodi sfavorevoli»