© AC Reggiana 1919
Primo Piano

La favola è finita! La Spal fa suo il derby e la Reggiana torna in Serie C dopo una sola stagione

La rete di Varone non basta, i granata retrocedono matematicamente con una giornata d'anticipo

Lorenzo Chierici
07.05.2021 17:00

Dopo una stagione di sofferenza e dopo mille vicissitudini, la Reggiana torna in Serie C dopo aver guadagnato la cadetteria soltanto lo scorso 22 luglio. I granata escono sconfitti dal “Città del Tricolore” ad opera della Spal e sono matematicamente retrocessi a causa del distacco dal Pordenone che non consentirebbe ai granata l'accesso ai play out neppure in caso di vittoria lunedì pomeriggio a Vicenza.

LA PARTITA. Nella gara che decide un'intera stagione, la squadra di mister Alvini scende in campo senza  Kargbo, fuori a causa di un fastidio muscolare, oltre a Mazzocchi e Costa, anch'essi fermi per problemi fisici. Al 5' la prima occasione capita sui piedi di Zamparo che colpisce il palo da distanza ravvicinata dopo un angolo battuto da Radrezza. Al 14' Espeche sbaglia un retropassaggio per Venturi e favorisce l'inserimento di Asencio che, a tu per tu con il portiere granata, colpisce a sua volta il legno. Dopo 20 minuti Alvini deve rinunciare anche all'infortunato Lunetta, sostituito da Kirwan. Dopo i sussulti iniziali Reggiana e Spal non emozionano per mezzora, poi Radrezza prima impegna Thiam da dentro l'area poi prova a calciare da lontano senza trovare lo specchio della porta. I granata fanno fatica soprattutto a costruire e incorrono nel solito errore della difesa, che arriva puntuale come una tassa al 35': questa volta Varone concede una punizione evitabile dal limite e Venturi a valuta male la traiettoria velenosa di una punizione laterale da 25 metri, facendosi superare sotto l'incrocio dei pali. Il tiro a giro da calcio piazzato è di Esposito che esulta per una realizzazione tanto bella quanto forse inattesa: 0-1. La Reggiana risponde subito dopo con un tiro-cross di Espeche che per poco non sorprende il portiere Thiam, superato da una palla che però termine a lato.

A inizio ripresa Alvini cambia e toglie Del Pinto mandando nella mischia il giovane Cambiaghi nel ruolo di seconda punta. Proprio l'ex atalantino colpisce subito l'esterno della rete dopo un guizzo in area. La Regia ci crede e al 21’ pareggia: cross da destra di Libutti per la testa di Kirwan che, dal secondo palo, la indirizza perfettamente al centro della porta dove arriva Varone che anticipa il tentativo di recupero di un difensore e mette dentro in scivolata: 1-1. Nemmeno il tempo di esultare e quattro minuti dopo la Spal passa di nuovo in vantaggio: Strefezza riceve palla al limite, si accentra, nessuno attacca il portatore di palla e il giocatore biancazzurro trova un gran sinistro che si infila alla sinistra dell’incolpevole Venturi: 1-2. Al 35’ la Spal va vicina al raddoppio: bel cross di Mora da sinistra e tiro al volo in diagonale di Segre che non trova per poco l’angolo lontano. La Reggiana risponde con una girata di Ardemagni, rimpallata dalla difesa. Lo stesso Ardemagni si divora incredibilmente un gol fatto non tuffandosi su una splendida palla da sinistra di Kirwan e due minuti dopo è invece la Spal a sfiorare il palo di sinistra della porta di Venturi con un debole diagonale di Floccari. L’assalto finale della Regia è generoso - come d’altro canto tutta la gara dei granata - ma il portiere Thiam non corre grossi rischi. Poi arriva il triplice fischio e la Regia si getta nello sconforto: dopo un anno travagliato è tornata in Serie C.

Vota il migliore granata in campo


Il tabellino

REGGIANA-SPAL 1-2
Marcatori: 35'pt Esposito (S), 19’st Varone (R), 23’st Strefezza (S).
REGGIANA (3-5-1-1): Venturi; Espeche, Rozzio, Martinelli (dal 38’st Muratore); Libutti (dal 23’st Laribi), Varone, Rossi, Del Pinto (dal 1'st Cambiaghi), Lunetta (dal 22′pt Kirwan); Radrezza; Zamparo (dal 23’st Ardemagni). A disposizione: Cerofolini, Ajeti, Yao, Zampano, Gyamfi, Pezzella, Siligardi. Allenatore: Massimiliano Alvini.
SPAL (3-5-2): Thiam; Ranieri, Okoli, Sernicola (dal 19′st Tomovic); Dickmann, Segre, Esposito, Murgia (dal 1′st Mora), Sala; Paloschi (dal 1′st Strefezza), Asencio (dal 31′st Floccari). A disposizione: Berisha, Gomis, Spaltro, Missiroli, Di Francesco, Viviani, Seck, Moro. Allenatore: Massimo Rastelli.
Arbitro: Daniele Chiffi di Padova, coadiuvato da  Davide Imperiale di Genova e Luigi Rossi di Rovigo; quarto uomo: Alessandro Prontera di Bologna.
NOTE - Calci d’angolo 5-3; ammoniti Del Pinto, Zamparo, Rozzio, Martinelli (R), Sernicola, Floccari (S); minuti di recupero 3’ del primo tempo e 5’ nel secondo. Partita disputata a porte chiuse.

Commenti

Le pagelle di Reggiana-Spal: Rossi delude, Radrezza e Varone gli ultimi a mollare.
Alvini: «Provo tanta amarezza e disagio. La responsabilità è anche mia»