Mercato

Un attaccante e un difensore per completare il mercato, ma occhio alle porte girevoli

Il ds Tosi cerca una seconda punta forte e un centrale che prenda il posto lasciato libero da Gatti

Redazione TuttoReggiana
19.07.2021 22:31

La Reggiana è partita questa mattina per Carpineti dove ha già svolto la prima seduta di allenamento. Mister Diana ha a disposizione una rosa composta da 24 giocatori - a breve raggiungerà i compagni anche Guglielmotti - ma alcuni di questi potrebbero non restare a lungo in ritiro.

Varone e Radrezza in modo particolare hanno espresso il desiderio di proseguire la propria carriera in Serie B ma per i due centrocampisti - sui quali dovrebbe esserci la neo promossa Alessandria, tra le altre - non sono ancora arrivate offerte concrete. Era stato avviato un dialogo per il trasferimento di Libutti all'Ascoli ma al momento il discorso è congelato per l'importante differenza tra domande e offerta e il difensore classe ‘97, se non dovessero pervenire dei rilanci da parte dei marchigiani, resterebbe volentieri in granata. Nessuna novità per quanto riguarda Del Pinto mentre Favale sarà messo alla prova nei prossimi giorni in ritiro ma il suo futuro pare nuovamente lontano da Reggio. La partenza di uno o più di questi giocatori costringerà il ds Tosi a tornare sul mercato per recuperare il giusto elemento in grado di colmare e rinforzare la rosa. In quest’ottica si inserisce il profilo del terzino 34enne Ciancio, atleta in uscita dall'Avellino accostato alla società granata; in passato erano state prese informazioni anche sul pari ruolo Pinto del Catania.

Sul fronte degli arrivi ci sarà certamente l'innesto di un difensore centrale mancino in modo da colmare lo slot lasciato libero da Gatti. Bocche cucite per il momento, ma la Reggiana avrebbe già individuato il giocatore sul quale puntare. In attacco si cerca invece una seconda punta in grado di portare gol e capace di integrarsi con gli altri attaccanti presenti in rosa: Galuppini era l'obiettivo numero uno ma il muro eretto dal Renate lo ha allontanato - forse definitivamente - dai radar granata; stessa situazione per quanto riguarda Guccione del Mantova.

Commenti

REGIA 19/20 IL FILM, ecco il documentario dedicato alla stagione del Centenario granata
Paolo Rozzio: «Siamo carichi e motivati. La retrocessione ci deve servire da lezione»