Primo Piano

Rozzio: «Serve un esame di coscienza, ma dobbiamo proseguire con la nostra idea di calcio»

Il commento del capitano granata dopo la debacle di Lecce: «Questa non era la solita Reggiana, ma abbiamo perso contro un grande Lecce»

Redazione TuttoReggiana
21.11.2020 17:45

«Ci dispiace tanto per i tifosi. Sono sicuro che questa lezione ci farà tornare con i piedi per terra: vogliamo farli riabituare alla Reggiana vista con il Venezia con quella grinta e quella voglia». Il capitano Paolo Rozzio riconosce i meriti del Lecce i demeriti della Reggiana, ma invita l'ambiente granata a guardare avanti e proseguire sulla strada tracciata a partire dalla scorsa stagione.

La difesa inedita con Costa e Ajeti puo avere influito?
«Assolutamente no. Oggi in campo c'era un grande Lecce e una bruttissima Reggiana. Costa e Ajeti hanno fatto la loro prestazione. Possiamo solo farci un esame di coscienza e continuare a lavorare sui nostri principi di gioco. Servirà una disamina sulla nostra costruzione di gioco perche prendere 7 gol non capita tutte le domeniche. Possiamo solo migliorare».

Questa non era la Reggiana che i tifosi sono abituati a vedere...
«Si è così. Non so se per merito del Lecce che ci ha fatto sembrare in difficoltà oppure per una condizione calante della nostra rosa. Possiamo solo rimboccarci le maniche e pensare a cosa c'è da migliorare senza venire a meno ai nostri principi: noi siamo forti quando giochiamo a calcio e il fatto che oggi non ci siamo risuciti ha influito sul risultato finale».


Il sondaggio di Lecce-Reggiana

Commenti

Serie B, i risultati della 8ª giornata. Pari Empoli, la Salernitana sale in vetta
Incidente di percorso o campanello d'allarme? La parola al campo