Primo Piano

Reggiana eroica e più forte del Covid, Venezia k.o. al "Città del Tricolore"

Radrezza e Mazzocchi firmano i tre punti. Ancora decisivo Cerofolini ma tutta la squadra ha offerto una prestazione da applausi pur tra mille difficoltà

Lorenzo Chierici
08.11.2020 19:20

Strepitosa Reggiana: i granata, grazie al gol di Radrezza, in assoluto il migliore dei suoi e alla zampata da grande bomber di Mazzocchi, porta a casa tre punti d'oro dopo il dramma Covid e batte un avversario che ha lottato fino all'ultimo istante come il Venezia.

LA PARTITA. La squadra di Alvini recupera tutti i giocatori dalla positività al Covid, o almeno questo è il verdetto degli ultimi tamponi. Restano fuori ancora gli infortunati in fase di recupero come Ajeti e Voltan, ma anche Costa, che va comunque in panchina. La Reggiana, dopo qualche minuto di studio, passa subito in vantaggio all'11' con Igor Radrezza che, dopo aver ricevuto il pallone da Lunetta, controlla bene dal limite, si accentra per liberarsi al tiro, per poi trafiggere il portiere avversario sul primo palo con un pallone imprendibile che rimbalza per terra e schizza a fil di palo, alla sinistra del portiere. Il Venezia inizia a spingere e lo fa con una velenosa punizione di Aramu che, di mancino, dall'out destro dell'area, calcia direttamente in porta, ma il tiro-cross è centrale e Cerofolini lo respinge di pugno. Al 19' Lunetta commette un errore in fase di disimpagno, fallendo uno stop in piena area di rigore, tanto da favorire l'azione d'attacco dei lagunari: la palla arriva a destra dove Aramu guarda il posizionamento dei compagni e vede il taglio sul primo palo di Forte che, di piatto incrocia il pallone a centro area dove Cerofolini prova ad intervenire, ma arriva leggermente in ritardo sulla sfera che gli passa quindi sotto alle mani, terminando in fondo al sacco: 1-1. Il Venezia va di nuovo vicino al gol al 28' quando Johnsen penetra sulla sinistra e scarica un forte tiro sul primo palo che Cerofolini respinge con un bell'intervento, poi la difesa libera. In questa fase la Reggiana fa fatica a rialzare la testa e il Venezia continua a spingere, tant'è che lo svedese Johnsen arriva di nuovo al tiro, sempre dall'out mancino, che, col piatto destro, cerca di infilare l'incrocio dei pali opposto, ma Cerofolini c'è e vola a deviare la sfera. La Reggiana si fa viva dalle parti del portiere del Venezia al 37' quando, da un perfetto corner di Radrezza da sinistra, capitan Rozzio, al suo esordio in questa stagione, colpisce bene il pallone di testa, ma la sfera termina di poco a lato alla destra del portiere. Pochi minuti dopo risponde a tono il Venezia che, su corner di Aramu da destra, Fiordilino colpisce bene il pallone in girata, di destro, ma il suo tiro incrociato viene bloccato in tuffo dal portiere Cerofolini. I granata sono pronti al contropiede al 44' quando Mazzocchi punta un avversario, si libera e arriva al tiro, ma il portiere Lezzerini blocca il pallone a terra. La partita è viva e nell'azione successiva Espeche stoppa con una scivolata in piena area l'indemoniato Johsen pronto a calciare praticamente a botta sicura; la palla arriva a Forte che, da ottima posizione, calcia con violenza, senza però inquadrare lo specchio della porta.

Il secondo tempo inizia con la Reggiana che mette dentro Varone per uno spento muratore e inizia a spingere per cercare di vincere la paritta. Dopo una mancatiata di minuti Mazzocchi stoppa il pallone all'interno dell'area e lo scarica verso il neo entrato Varone che carica il destro, ma la sua conclusione termina di poco alta. I granata continuano a spingere e lo fanno con Kargbo, sulla destra, ma l'attaccante della Sierra Leone tenta di sfondare sulla destra, calciando a rete, ma il portiere Lezzerini blocca sul primo palo. Al 21' la Reggiana passa: Lunetta da sinistra, serve una palla al centro sulla quale si gettano sia il portiere Lezzerini in uscita bassa, sia un difensore, ma il centravanti Simone Mazzocchi, al suo quarto centro stagionale, si lancia sul pallone e con le sue lunghe leve arriva prima di tutti, mettendo la palla in fondo al sacco con la punta del piede destro. Splendido gol per il centravanti granata: 2-1. Risponde a tono il Venezia, con Cerofolini costretto al difficile intervento su conclusione di Aramu. Il Venezia tenta di sfondare la difesa granata con una conclusione di Forte, ma Cerofolini è attento e respinge la conclusione. Nell'azione successiva la Reggiana arriva al limite dell'area con Kargbo che serve Ivan Varone al limite, ma il "puma" impatta male il pallone malissimo e calcia alto. I granata ci credono e l'ottimo Radrezza, anche oggi tra i migliori, lancia Kargbo in contropiede, che, a sua volta, serve un pallone invitante a centro area per Zamparo che inciampa al momento del tiro e non riesce a calciare la sfera. Ad andare vicino al gol è stavolta il Venezia, con un bel colpo di testa del neo entrato Bocalon, che in area fa sempre paura, su cross da destra, ma la sua conclusione termina oltre il montante alto della porta difesa da Cerofolini. Riparte invece la Reggiana con una gran palla filtrante per Zamparo che la controlla, la serve dietro per l'accorrente Pezzella che, di sinistro, serve Kirwan sul palo lontano il cui colpo di testa termina di poco a lato. La Reggiana si difende, il Venezia spinge, ma i granata si chiudono bene e cercano di colpire in contropiede, senza riuscirci. L'arbitro assegna 4' di recupero, mister Alvini toglie Radrezza, in assoluto il migliore in campo per i granata, per mettere dentro il difensore Gyamfi. La Regia soffre ancora un po' ma alla fine porta a casa tre punti strepitosi.


Vota il migliore granata in campo


Il tabellino
REGGIANA-VENEZIA 2-1
Marcatori: all'11'pt Radrezza (R), al 19'pt Forte (V), al 21'st Simone Mazzocchi (R).
REGGIANA (3-4-1-2): Cerofolini; Espeche, Rozzio, Martinelli; Libutti, Rossi (dal 38'st Pezzella), Muratore (dal 1'st Varone), Lunetta (dal 26'st Kirwan); Radrezza (dal 48'st Gyamfi); Simone Mazzocchi (dal 26'st Zamparo), Kargbo. A disp.: Voltolini, Venturi, Costa, Gatti. All.: Massimiliano Alvini.
VENEZIA (4-3-3): Lezzerini; St Clair (dal 7'st Pasquale Mazzocchi), Modolo, Ceccaroni, Felicioli; Fiordellino, Vacca (dal 7'st Crnigoj), Meleh; Aramu (dal 27'st Di Mariano), Forte, Johnsen (dal 27'st Bocalon). A disp.: Pomini, Svoboda, Cremonesi, Marino, Bjarkason, Taugoureadu, Karisson, Capello. All.: Paolo Zanetti.
Arbitro: Sozza di Seregno, coadiuvato da Costanzo di Orvieto e Moro di Schio; quarto uomo Paterna di Teramo.
NOTE - Angoli: 1-10; ammoniti: Muratore, Simone Mazzocchi, Cerofolini (R); Vacca (V). Minuti di recupero 1 nel primo tempo, 4 nella ripresa. Partita disputata senza la presenza del pubblico.

Commenti

Serie B, i risultati della 7ª giornata. L'Empoli mantiene la vetta, primo acuto del Vicenza nella nebbia
Tosi: «Una vittoria ottenuta con il cuore. La più bella da quando sono a Reggio»