Primo Piano

La nuova Reggiana è partita per Carpineti. Il ds Tosi: «Lottiamo per vincerle tutte. Serve lo spirito di due anni fa»

«Sul mercato prenderemo un attaccante e un difensore. Partenze? Chi vorrà andare via sarà sostituito, ma la porta non resterà aperta fino al 31 agosto...»

Redazione TuttoReggiana
19.07.2021 13:00

La nuova stagione della Reggiana ha preso il via questa mattina al Circolo Equitazione di Reggio Emilia con il raduno della prima squadra e la presentazione alla stampa reggiana dei nuovi e dei vecchi protagonisti dentro e fuori dal campo. A fare gli onori di casa è stato il consigliere Corrado Ruspaggiari che ha ricordato l'impegno del circolo nel mondo dello sport auspicando che la prestigiosa location possa essere di buon auspicio per la squadra di mister Diana.

Il direttore generale Vittorio Cattani ha subito voluto fare l'in bocca al lupo alla squadra: «Ho chiesto ai giocatori e allo staff di rappresentare al meglio la nostra maglia. Tutto quello che è successo in passato va resettato, dobbiamo concentrarci sul futuro per dare il massimo delle soddisfazioni alla città e ai tifosi».

A prendere la parola dopo il dg è stato il direttore sportivo Doriano Tosi, il quale non ha mancato di ribadire l'aspirazione ambiziose che si è prefissata la società. «Un caloroso benvenuto a tutti i nuovi ragazzi e bentornati a tutti quelli che erano qua negli ultimi due anni - il saluto in apertura del ds granata - Oggi è come il primo giorno di scuola e in questo caso dobbiamo sottolineare quelli che sono i programmi e gli obiettivi. Iniziamo tra qualche rimpianto ma con grandi propositi per la nuova stagione e l'esperienza dello scorso campionato ci induce a pensare che dobbiamo cercare prima di tutto di trovare maggiori soddisfazioni per noi e per tutti quelli che ci seguono e vogliono bene alla Reggiana. Abbiamo davanti a noi tante sfide e dobbiamo cercare di vincerle tutte: conquistare i tre punti dovrà essere la normalità. Il nostro obiettivo è quello di rimanere nelle zone alte della classifica, nei primi tre o quattro posti, per fare un campionato di vertice». Le aspettative sono tante e il club è al lavoro per cercare di mantenerle tutte. «Mi aspetto molto da questa stagione e devo ringraziare la società che si sta impegnando la massimo per trovare le risorse idonee per costruire una squadra competitiva - ha sottolineato Tosi - Non sappiamo ancora quale sarà il valore reale dei nostri rivali ma mi piace ripetere quello che mi ha detto uno di voi (giocatori, ndr): all'inizio dell'anno il nostro spirito deve sempre essere quello di lottare per vincere il campionato, al di là del valore della squadra o del blasone degli avversari. Questa è la mentalità che dobbiamo acquisire. Possiamo comporre una squadra che può contrapporsi alle altre per vincere, ma serve questo spirito che è poi quello di due anni fa. Oltre a tanti giocatori, abbiamo cambiato anche lo staff: fin da subito occorre lavorare bene e di squadra per raggiungere gli obiettivi prefissati. Abbiamo bisogno tutti di ritrovare tante soddisfazioni. Auguro un buon lavoro a tutti e faccio un grande in bocca al lupo alla squadra».

Inevitabile una battuta sul mercato. «Le operazioni in entrata non sono finite - ha tenuto a precisare Tosi - Mancano ancora un attaccante e un difensore per sostituire Gatti. L'auspicio inoltre è che possano rimanere tutti, ma non so se ciò corrisponde alle speranze dei giocatori. Certamente se qualcuno partirà verrà sostituito, ma la porta della Reggiana non resterà aperta fino al 31 agosto: stabiliremo dei termini entro i quali chi è dentro è dentro e chi è fuori è fuori. Diciamo che da metà agosto in poi vorremmo essere ponti e avere un'idea chiara del nostro organico in vista dei primi impegni ufficiali».

Commenti

REGIA 19/20 IL FILM, ecco il documentario dedicato alla stagione del Centenario granata
La Reggiana è salita a Carpineti con 25 giocatori