Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-Brescia 2-2. Zamparo si sblocca e raggiunge Silenzi, Varone ancora una volta salva i granata

Con Rozzio e Ajeti la difesa regge l'urto dei biancazzurri, Rossi e Radrezza illuminano la manovra. Kargbo non inquadra la porta ma mette lo zampino in entrambi i gol

Lorenzo Chierici
05.04.2021 21:25

Venturi 6,5 Salva il risultato con un provvidenziale intervento nel secondo tempo, deviando il tiro ravvicinato sulla linea con un buon riflesso. Non ha colpe sui gol subiti ed è bravo a intercettare il pallone basso nel finale che avrebbe forse sancito la fine anticipata della gara.

Ajeti 7 Preciso negli anticipi, concede pochissimo agli avversari. Perfetto nello schermare Ragusa nella ripresa con una scivolata in area. Non lo si vede tanto in fase di costruzione, ma con Rozzio costruisce una buona diga (dal 40’st Ardemagni sv: entra per l'assalto finale, ma non tocca mai palla).

Rozzio 7 Autorevole come sempre, si arrabbia giustamente con Yao per non averlo seguito sul primo gol del Brescia. Nel secondo tempo libera l’area due volte nella stessa azione nel momento più difficile della Regia, tenendola a galla.

Yao 5,5 Il primo gol subìto è colpa sua: si dimentica di seguire Ayé e rimane immobile. A parte questo errore gioca una discreta partita, anche se ogni tanto sbaglia qualche tempo d’uscita. Pressa alto Papetti nella metà campo avversaria quando da quella occasione nasce il gol annullato a Mazzocchi…

Libutti 6,5 Mette in mezzo diversi cross soprattutto per la testa di Zamparo e concede poco dietro. Non arriva in tempo sul traversone di Martella che diventa l'assist per Mateju, ma lì è mancato l'aiuto di un compagno. Parte da un suo lancio a centro area il pallone che genera il gol del definitivo pareggio.

Rossi 6,5 Finché sta in campo si sente; fa girare la sfera e lo fa bene. Non ha la solita gamba, ma viene da un brutto colpo che poteva costargli caro (dal 22’st Varone 7: entra col piglio giusto e a centrocampo tutti i palloni sono suoi. Ha il merito di crederci fino alla fine e di buttarsi dentro sul diagonale di Kargbo regalando il più che meritato 2-2 ai granata).

Del Pinto 6 Combatte tanto e recupera diversi palloni, ma qualcuno lo sbaglia (dal 36’st Laribi 5,5: si vede poco nell'assalto finale e le poche azioni che prova a imbastire sono passaggi errati per i compagni).

Kirwan 5,5 Alcune buone ripartenze nella prima fase del match dove si fa trovare anche in fase d’attacco pronto alla sovrapposizione e allo scarico per allargare il gioco. Si addormenta clamorosamente sul raddoppio del Brescia lasciando calciare indisturbato Mateju (dal 36’st Lunetta s.v.).

Radrezza 7 Le palle inattive sono tutte sue e le gestisce bene, corner compresi. Con lui e Rossi in mezzo di qualità ce n’è tanta e non è un caso che le palle per gli attaccanti finalmente fiocchino. E’ abile sia da mezzala che da play. Splendido il suo tiro di destro al volo terminato fuori di poco.

Zamparo 7 Nel primo tempo ci prova due volte di piede e una di testa, Joronen dice di no al suo tentativo ravvicinato allo scadere. Ad inizio ripresa ribadisce in rete una corta respinta del portiere finlandese per l’1-1 granata: con 32 centri in granata raggiunge Silenzi nella classifica dei bomber. Poco dopo non se la sente di calciare al volo di sinistro una bella palla in area e sciupa una ghiotta occasione. Se gioca sempre così può tranquillamente fare il titolare (dal 22’st Mazzocchi 6,5: entra col piglio giusto e tira due volte in pochi minuti. Il suo gol era regolare, non viziato né da alcun fallo, né da un possibile fuorigioco. Poco dopo spreca solo davanti al portiere ma si riscatta nell'ultima azione disegnando la traiettoria che porta al tiro-cross di Kargbo e al successivo tap-in vincente di Varone).

Kargbo 7 Quando punta a sinistra fa sempre la stessa finta, poi calcia male in entrambe le occasioni che gli capitano nel primo tempo. Bravo nell’attaccare sempre la profondità, meno nell'inquadrare la porta. Nella ripresa dopo pochi secondi devia alla grande di testa un corner da sinistra, poi parato dal portiere, che Zamparo ribadisce in rete. Protagonista nella rete del 2-2: sbaglia il tiro in diagonale, da posizione di fuorigioco non ravvisata dal guardalinee, ma disegna la traiettoria vincente sul secondo palo dove c'è Varone al posto giusto e al momento giusto.

Mister Alvini 7 Come sempre vive i 96’ di gara con un’intensità eccellente e tiene sempre la squadra sulle corde, guidandola con equilibrio. I cambi sono perfetti: Rossi andava preservato, Del Pinto era stanco e serviva un altro corridore in mezzo come Varone per recuperare palloni importanti e buttarsi in area. Zamparo stava andando bene e poteva magari rimanere in campo un po’ di più, ma Mazzocchi ha dato filo da torcere, quindi ha avuto ragione il mister. Avesse perso sarebbe stata una vera ingiustizia…

 

Vota il migliore granata in campo

Commenti

Serie B, i risultati della 32ª giornata. Vincono Pordenone e Ascoli, Cosenza k.o. in casa
Gli highlights di Frosinone-Reggiana 0-0