Primo Piano

Alvini: «Contro il Cittadella daremo tutto. Restando compatti raggiungeremo la salvezza»

«Sapevamo fin dall'inizio che avremmo incontrato queste difficoltà. Non mi faccio distrarre dal mercato, voglio solo lavorare sul campo»

Redazione TuttoReggiana
08.01.2021 17:45

«La Reggiana sta attraversando un momento particolare dovuto a una serie di contesti che hanno portato a risultati negativi - ha sottolineato Massimiliano Alvini presentando il recupero di domani con il Cittadella - Io però non vorrei ingigantire la situazione e rendere le cose più difficili di quello che sono. Sono certo che stiamo trovando delle soluzioni per migliorare. L’importante è essere chiari: sapevamo che questo era il percorso da fare e che avremmo affrontato un campionato difficile. Fino al 7 maggio siamo in corsa verso la salvezza che vale di più della promozione della scorsa stagione».

La squadra come sta affrontando queste settimane difficili?
«I giocatori lavorano tutti forte con impegno e serietà. Il momento difficile ci porta ad essere un po’ diversi e come aggressività rispetto ad inizio campionato abbiamo perso un po’ d’intensità. Il Covid ha influito e ora giocando ogni tre giorni le energie vengono a mancare, ma è così per tutte le squadre».

Quali soluzioni sta valutando per invertire la rotta?
«Sono concentrato sul momento, penso solo a lavorare con staff e squadra: abbiamo tutti chiaro il percorso da fare per raggiungere la salvezza. Non è questo periodo negativo che farà venire a meno le mie certezze».

Che partita vi attende contro il Cittadella?
«Stimo il Cittadella, è il modello al quale dobbiamo ispirarci perché sono partiti dal basso costruendo un progetto serio. Sarà una partita difficilissima, loro possono puntare alla vetta ma so già che daremo tutto con impegno e sacrificio. Vorrei solo poterli affrontare con una formazione al completo».

Quali notizie arrivano dall’infermeria?
«Domani non ci saranno certamente Costa ed Espeche e mancheranno anche Rossi e Mazzocchi. Costa vogliamo provare a recuperarlo per la partita con il Vicenza, in serata valuteremo se riusciamo a ritrovare Ajeti e a portare Rozzio in panchina. Inoltre, c’è da valutare un giocatore importante uscito malconcio dall’ultima partita. A parte Costa ed Espeche tutti gli altri sono molto vicini al rientro ma non per domani».

Gli infortuni quanto incidono?
«Non voglio alibi ma quando mancano così tanti giocatori per tre o quattro partite nascono dei problemi. Chi li ha sostituiti però ha sempre dato il massimo».

La società la sta difendendo a spada tratta.
«C’è un dialogo continuo con presidente e dg e so qual è il mio ruolo. Sono convinto che la strada per la salvezza diretta o tramite i playout possiamo raggiungerla rimanendo compatti. È tutto l’ambiente che ci circonda che deve capire bene quale percorso stiamo facendo».

Ha letto qualche critica che le ha dato fastidio?
«Ultimamente leggo poco, penso solo sulla squadra. Ma capisco che ci sono delle critiche e le accetto».

Le voci di calciomercato in questo mese possono disturbare il lavoro suo e della squadra?
«Siamo fortunati ad avere Tosi come ds, gli sono riconoscente per l’enorme professionalità che mette nel suo lavoro. Ci pensa lui al mercato, io ho solo dato qualche indicazione proprio come abbiamo fatto in estate. In questo momento io penso solo al campo e non posso essere distratto da altre cose».

Il suo rinnovo per il momento è stato rimandato?
«Io ho sempre detto che sono disponibile a firmare anche subito ma la priorità è la salvezza. Io ho solo la testa qui e penso solo a salvare la Reggiana quest’anno per poi programmare i prossimi due con l’intenzione di raggiungere traguardi più importanti. Sono fortunato ad essere qui oggi e ad avere questa società alle spalle».

Commenti

Gyamfi migliore granata in campo di Reggiana-Pescara
Le probabili formazioni di Reggiana-Cittadella