Serie B

Playoff Serie B - Il sogno del Cittadella si infrange al “Penzo”. Il Venezia torna in A dopo 19 anni

Proia illude i granata ma il Venezia resiste con l'uomo in meno e alla fine festeggia con la rete di Bocalon

Redazione TuttoReggiana
27.05.2021 23:15

La stagione 2020/21 della Serie B si conclude al “Penzo” di Venezia con i festeggiamenti degli arancioneroverdi che tornano nella massima serie dopo 19 anni di assenza. La favola del Cittadella invece finisce ancora una volta sul più bello.

Dopo lo 0-1 dell'andata, i granata si portano con merito in vantaggio l 26' con l'imbucata di Proia sul filtrante di Iori e dieci minuti più tardi trovano la superiorità numerica dopo l'espulsione per doppio giallo dell'esterno lagunare Mazzocchi. Al rientro dagli spogliatoi il Venezia si difende con ordine e concede poco ad un Cittadella senza mordente in attacco. La squadra di Zanetti chiude tutti gli spazi e nel recupero con il suo giocatore simbolo Bocalon, ben imbeccato da Maleh, manda i titoli di coda.

 

Il tabellino
VENEZIA-CITTADELLA 1-1
Marcatori: 26' pt Proia (C), 49' st Bocalon (V).
VENEZIA (4-3-1-2): Mäenpää; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro; Crnigoj (dal 30' st Cremonesi), Taugourdeau (dal 10' st Fiordilino), Maleh; Aramu (dal 38' pt Ferrarini); Forte (dal 31' st Bocalon), Di Mariano (dal 10' st Johnsen). A disposizione: Pomini, Dezi, Felicioli, Bjarkason, St Clair, Ricci, Esposito. Allenatore: Paolo Zanetti.
CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati; Ghiringhelli (dal 21' st Gargiulo), Adorni, Perticone (dal 20' st Frare), Donnarumma; Vita, Iori, Branca; Proia (dal 20' st Pavan); Tsadjout (dal 38' st Rosafio), Beretta (dal 33' st Ogunseye). A disposizione: Maniero, Benedetti, Camigliano, Cassandro, Mastrantonio, Tavernelli. Allenatore: Roberto Venturato.
ARBITRO: Orsato di Schio.
NOTE - Espulsi per il Venezia Mazzocchi al 37' pt per doppia ammonizione e Aramu al 25' st dalla panchina. Ammoniti: Ghiringhelli, Adorni, Iori (C); Modolo, Forte (V).

Commenti

Fausto Rossi e il futuro in granata: «Non dipende solo da me, i matrimoni si fanno in due»
Reggiana e mister Vecchi sempre più vicini