Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-Imolese

Staiti non brilla, anche la difesa talvolta è in affanno. Varone a segno per la terza volta

Lorenzo Chierici
08.09.2019 20:45

Narduzzo 6 Poco impegnato, ha svolto l’ordinaria amministrazione con tranquillità senza correre eccessivi rischi. Nulla da fare sul colpo di testa di Checchi e sul tiro deviato di Latte Lath.

Spanò 6,5 Positivo in fase difensiva, come sempre; dalla sua parte si corrono pochissimi rischi, mentre sbaglia forse più del solito in fase di costruzione della manovra. Resta sempre un elemento fondamentale per questa formazione.

Rozzio 5,5 Sul primo gol non salta e si gira al momento dell’inserimento dell’avversario, che quindi colpisce liberamente di testa in piena area, portando in vantaggio la formazione ospite. A volte sembra in leggero affanno. A livello di impostazione sbaglia comunque poco e delizia anche il pubblico con qualche bell’apertura. Almeno per ora non è il baluardo difensivo che tutti ricordiamo, con un pizzico di nostalgia.

Espeche 6 Sbaglia poco. Magari oggi è stato meno appariscente rispetto ad altre volte e nel finale tiene in gioco Vuthaj che avrebbe potuto anche girare il pallone meglio a rete, ma l’attaccante albanese non trova lo specchio. Va bene così.

Libutti 6,5 Gioca la sua onesta partita, si inserisce quando può, si propone largo ed è attento al gioco. Tanti i cross partiti dal suo piede destro, compreso quello che si tramuta nell'assist per il 2-1 firmato Scappini. Discreto anche in fase difensiva.

Varone 7 Realizza uno dei suoi gol, il terzo in tre partite, meglio di un centravanti. A centrocampo fa della legna quando serve e ogni tanto si concede anche qualche giocata di qualità. Resta tra i migliori di questo periodo. Commette un solo errore, che fortunatamente la Reggiana al 90' non paga caro: esce male sulla conclusione in diagonale vincente di Latte Lath.

Rossi 5,5 Da lui ci si aspetta molto di più; è un giocatore tatticamente intelligente e dotato di buoni mezzi tecnici, ma nella prima frazione di gioco e in parte della seconda, non ha certamente illuminato il gioco. Il vero Rossi forse dobbiamo ancora vederlo (dal 21’st Radrezza 6 Entra deciso e dà un po’ di verve in più, quella che non ha saputo dare Rossi nella prima frazione di gioco).

Favale 6 Non è preciso in fase difensiva e neppure in quella offensiva eccelle, anche se un paio di cross dalla sua parte arrivano in mezzo all’area. Ha avuto anche una bella occasione, ma non l’ha sfruttata a dovere. E’ calato alla distanza (dal 1’st Lunetta 6,5 Ottima la corsa, è stato sfruttato poco dalla squadra su quella fascia sinistra dove avrebbe potuto davvero creare problemi agli avversari come ha fatto nelle due gare precedenti. Un giocatore sul quale puntare).

Staiti 5 Non è riuscito a trovare la posizione in campo, non è quasi mai entrato attivamente nell’economia del gioco e soprattutto non ha inciso con le sue caratteristiche che sono dinamismo e capacità di attaccare gli spazi (dal 1’st Zanini 6 Ha lottato come doveva fare; è entrato subito in partita e ha giocato una discreta gara).

Rodriguez 6 Ha fatto una partita discreta quando è riuscito ad attaccare la profondità sugli esterni, mentre ha fatto decisamente più fatica a trovare varchi e soluzioni quando è stato chiamato a creare gioco da trequartista puro. Da un suo guizzo nasce la rete di Varone, poco dopo però sbaglia a tu per tu con il portiere facendosi rimontare da due difensori (dal 21’st Marchi 6,5 E' entrato col piglio giusto e ha fatto meglio di Rodriguez, cercando subito cross e assist. La sua esperienza lì davanti, assieme a Scappini, diventa assolutamente indispensabile).

Scappini 7,5 Non sta assolutamente facendo rimpiangere Zamparo. Di testa è fortissimo e lo ha dimostrato nuovamente realizzando un gol da grande centravanti in torsione perfetta sul traversone di Libuttu. Continui così che ci porterà lontano. Bene anche il salvataggio sulla linea: come un gol fatto.

Mister Alvini 7 Ha messo in campo una buona formazione, anche se forse sarebbe stato meglio far partire Marchi rispetto a Rodriguez. Nel corso della gara ha saputo correggere il tiro ridando brillantezza al centrocampo con raddrizza e forza a sinistra con Lunetta. Sa leggere le gare e risolvere i problemi che nascono sul campo. In molti diranno: è il suo mestiere. Io vi rispondo: in tanti non lo sanno fare con efficacia, anche a livelli più alti dei suoi.


Vota il migliore granata in campo

Commenti

Amadei apre le porte a Carmelo Salerno per un ruolo societario nella Reggiana
Campagna Abbonamenti prorogata: dal 9 al 25 settembre l'ultima chance per sottoscrivere la tessera