Primo Piano

[2019/20] Il pagellone di fine stagione - Il centrocampo

Rossi-Varone coppia indissolubile, Radrezza la sorpresa. Lunetta frenato sul più bello, Staiti utile anche dalla panchina

Redazione TuttoReggiana
28.07.2020 21:30

Il centrocampo granata è la cartina di tornasole della Reggiana: quando le cose andavano bene, cioè quasi sempre, è perché mediana, trequartisti ed esterni rendevano al massimo mentre quelle poche volte che si sono inceppati gli ingranaggi, i problemi stavano proprio lì in mezzo. Le fortune della Regia sono nate già un anno fa dall'indissolubile legame formato dalla coppia Rossi-Varone mentre sulla trequarti e sugli esterni al variare degli interpreti il risultato finale non è cambiato.


[La difesa]  [L'attacco]


ROSSI 8 La stagione della rinascita. Tosi lo riporta in Italia dopo l’esperienza in Romania, Alvini gli consegna le chiavi della squadra perché ha tecnica e visione di categoria superiore. Fausto non segna gol o confeziona assist incredibili ma attorno a lui ruota l’intera manovra granata ed è il punto di riferimento in mezzo al campo per i compagni, l’uomo a cui dare il pallone quando mancano le idee. Non a caso è il recordman di presenze dietro a Rozzio, spesso in campo anche con qualche acciacco che avrebbe costretto al forfait molti altri (come in finale). Da lui si ripartirà anche per la prossima stagione in Serie B.
Presenze: 30  Minuti giocati: 2471 

VARONE 8,5 Se Rossi è la testa, il Puma rappresenta il cuore e i polmoni di questa Reggiana. Ma non solo. La sua prima parte di stagione è da incorniciare: 6 gol nel solo girone d’andata (3 nelle prime tre partite) grazie ai suoi continui inserimenti in fase offensiva. Prezioso anche in fase di interdizione, insieme a Rossi compone una coppia di centrali che nessuna squadra ha potuto eguagliare in questa stagione. Cala un po’, prima del lockdown, per poi tornare protagonista nei playoff. Ciliegina sulla torta l’assist per il gol di Kargbo contro il Bari. Credeva nella B già da prima che iniziasse il campionato. E ha avuto ragione…
Presenze: 29  Minuti giocati: 2339  Reti: 6  Assist: 3

RADREZZA 8 Altra bellissima rivelazione della stagione. Veniva dalla D ma non se n'è accorto nessuno. Qualità ed eleganza al servizio della squadra, con il suo mancino mette a segno una rete (al Piacenza) e ben 5 assist. Inizia come seconda scelta in posizione arretrata, mezzala o regista, ma ben presto si guadagna la fiducia del mister e diventa il raccordo ideale tra centrocampo e attacco. Scommettiamo che darà il suo preziosissimo contributo anche in B?
Presenze: 30  Minuti giocati: 1400  Reti: 1  Assist: 5

STAITI 7,5 Sull’esperto centrocampista granata si dividono detrattori ed estimatori: qualcuno addirittura non lo ritiene adatto alla categoria, altri invece ne apprezzano la duttilità tattica e lo spirito di sacrificio. Alternato come trequartista dietro le punte assieme a Radrezza (i due hanno gli stessi numeri), la Iena classe '87 si rivela utilissima a gara in corso, sia per spezzare il ritmo degli avversari con il suo pressing o per far tirare fiato alla squadra con la sua esperienza. Ai playoff si accomoda in panchina ma non fiata e si fa sempre trovare pronto nei concitati minuti finali.
Presenze: 28  Minuti giocati: 1507  Reti: 1  Assist: 5

LUNETTA 7,5 Attaccante esterno classe ’96, inizia col botto con 2 reti contro Feralpi e Ravenna, mostrando corsa e tecnica e risultando una freccia in più nell’arco di Alvini. Sul più bello però un infortunio lo costringe ad alzare bandiera bianca da ottobre a gennaio. Rientra al piccolo trotto ma si dimostra comunque utile alla causa, anche ai playoff. Difficile da fermare quando parte in velocità, deve migliorare in fase difensiva per diventare un esterno davvero completo. Ma il tempo è dalla sua parte.
Presenze: 17  Minuti giocati: 733  Reti: 2  Assist: 2

KIRWAN 7 Per Alvini è stato un importante jolly sugli esterni, da utilizzare sia sulla destra che sulla sinistra, quando c’era bisogna di fiato, muscoli e... di mandare in porta i compagni. Resterà anche il prossimo anno?
Presenze: 26  Minuti giocati: 1577  Assist: 4

ZANINI 6,5 Se Kirwan ha rappresentato un importante alternativa per le fasce, l'ex Lucchese lo è stato per tutto il centrocampo. Alvini lo schiera da trequartista, centrale, esterno, in appoggio all’unica punta e Matteo risponde sempre presente, pur con alti e bassi. 
Presenze: 25  Minuti giocati: 957  Reti: 1  Assist: 2

NON GIUDICABILIHaruna (9 presenze, 116 minuti): strappato con insistenza allo Spezia che voleva cederlo in D in agosto (dove finisce a gennaio), mette in mostra grande forza di volontà e abnegazione ma non bastano per sovvertire le gerarchie a centrocampo. Valencia (4 presenze, 88 minuti giocati): il giovane colombiano di proprietà del Bologna è il primo rinforzo invernale ma presto si perde tra panchina e tribuna. Serrotti (3 presenze, 216 minuti): acquisto last minute sul mercato di riparazione, nelle idee di Alvini l'ex Siena pare in rampa di lancio per diventare il trequartista titolare ma il lockdown in campionato e un infortunio ai playoff non gli permettono di lasciare il segno. 

Commenti

[2019/20] Il pagellone di fine stagione - La difesa
Grazie Reggio Audace, bentornata AC Reggiana 1919!