L'avversario

L'avversario - Cesena, annata difficile nel ritorno fra i professionisti

Sabato sera allo stadio "Manuzzi" la sfida alla Reggiana

Tommaso Casotti
08.11.2019 09:45

Dopo un decennio fra Serie A e B, il Cesena è sprofondato in Serie D nel 2018 a causa del fallimento societario; lo scorso anno è stato trionfante con la grande rimonta fino al primo posto, ma al ritorno fra i professionisti le difficoltà non sono mancate. I bianconeri, infatti, hanno raccolto solo 13 punti in altrettante partite e la classifica li vede ai margini della zona playout. Con tre sconfitte e tre pareggi nelle ultime sei gare, l'ultima vittoria in campionato risale al 29 settembre (1-0 nel derby con l'Imolese) e ora la sentita sfida di sabato sera con la Reggiana diventa un obiettivo importante per rilanciarsi.

Mercoledì è arrivato un primo accenno di ripresa, grazie alla vittoria in Coppa Italia di Serie C in trasferta a Ravenna: nel 4-2 che ha visto il Cesena qualificarsi agli ottavi di finale, si sono messi in mostra alcuni elementi meno utilizzati in campionato, ma la rosa è abbastanza ampia per poter permettere a mister Francesco Modesto di scegliere diverse soluzioni tattiche. Fra i pali il 36enne Federico Agliardi (ex Brescia, Palermo, Bologna in Serie A) è fedele ai colori bianconeri dal 2013, in difesa Luca Ricci è l'elemento di maggiore esperienza e al suo fianco possono giocare i giovani Brignani ('98, di proprietà del Bologna) e Ciofi ('99, scuola Roma). A centrocampo agisce il capitano Giuseppe De Feudis (36 anni), tornato a Cesena a più riprese, titolare nel ruolo di mediano con l'ex Carrarese Rosaia (autore di un gol nell'ultimo match di campionato pareggiato 3-3 con la Fermana). Dal primo minuto si giocano una maglia anche Capellini (già visto con le maglie di Forlì e Modena), Franchini e Domenico Franco, ma non è escluso l'utilizzo del colombiano Juan Manuel Valencia (portato in Italia dal Bologna), fino ad ora deludente. In attacco il croato Butic è il migliore marcatore (6 gol), ma in certe partite mister Modesto gli preferisce l'ex Lumezzane Manuel Sarao: nel 3-4-3 ormai consolidato trova spazio l'ala del Crotone Giuseppe Borello e, mischiando le carte, i più giovani Zecca e Zerbin.

PRECEDENTI. Sono 32 i passati incontri fra Reggiana e Cesena, con 10 vittorie granata, 14 pareggi e 8 successi romagnoli. Le ultime sfide risalgono alla stagione 2008/2009, in Serie C, dove la Reggiana guidata da Alessandro Pane si impose sia nel match di andata che in quello di ritorno, ma per il Cesena fu comunque primo posto e promozione diretta in Serie B. Il ricordo più bello legato allo stadio "Manuzzi" è indubbiamente quello del 16 maggio 1993, quando il pareggio per 1-1 consegnò la matematica promozione in Serie A alla Reggiana.

Commenti

Cesena-Reggiana, oltre 700 biglietti venduti in due giorni
Alvini: «A Cesena ricordi straordinari per la Reggiana. Siamo pronti ad affrontare l'ostacolo»