Serie C

Playoff corsa ad ostacoli, ma i granata partono da una posizione avvantaggiata

Se sarà confermato il format da 28 squadre, la Reggiana tornerà in campo non prima della seconda settimana di luglio

Redazione TuttoReggiana
31.05.2020 19:00

Il Consiglio Federale del prossimo 8 giugno si pronuncerà sulle modalità di conclusione della stagione 2019/20, ma l'ipotesi più probabile è che la Serie C vada direttamente verso la disputa di playoff e play out, constatata l'impraticabilità di concludere le restanti partite di regular season sul campo. Il regolamento dei playoff attualmente in vigore prevede la partecipazione di 28 squadre: tutte le classificate dalla seconda alla decima posizione e la vincitrice (o la finalista perdente) della Coppa Italia di Serie C, la cui finale è prevista entro il 20 giugno (Juventus Under 23 vs Ternana).

Di seguito abbiamo riassunto le varie tappe dei playoff prendendo in considerazione la classifica cristallizzata dei tre gironi a fine febbraio, ma potrebbero esserci delle variazioni se la FIGC dovesse tenere conto del differente numero di partite giocate dalle varie squadre utilizzando un determinato coefficiente numerico al momento non ancora definito. La Reggiana dunque dovrebbe entrare in gioco nel secondo turno della fase nazionale - ai quarti di finale - verosimilmente entro la seconda settimana di luglio ipotizzando la partenza dei playoff nell'ultimo weekend di giugno. Tuttavia, se il Carpi dovesse sopravanzare i granata al secondo posto in caso di riattualizzazione della classifica, Spanò e compagni scenderebbero in campo con una settimana d'anticipo nel primo turno della fase nazionale.  

 

FASE DEL GIRONE (gara secca). In questa prima fase entrano in gioco tutte le formazioni classificate dalla quarta alla decima posizione. Se tra esse è presente una formazione già ammessa alla fase nazionale poiché vincitrice o finalista della Coppa Italia, o quarta classificata nel girone di competenza della vincitrice, accede ai playoff del girone anche l'undicesima classificata (Pistoiese o Vibonese) e gli abbinamenti sono rideterminato scorrendo la classifica. Entrambi i turni sono ad eliminazione diretta in gara unica, da giocarsi sul campo della squadra meglio classificata. Le partite, in caso di parità, non prevedono né tempi supplementari né calci di rigore: in questo caso passa automaticamente il turno la squadra meglio classificata, cioè quella che ha giocato in casa. 

Primo turno

  • 5a vs 10a (Siena vs Juventus U23; FeralpiSalò vs Fermana; Ternana vs Avellino)

  • 6a vs 9a (Alessandria vs Arezzo; Padova vs Triestina; Catania vs Virtus Francavilla)

  • 7a vs 8a (AlbinoLeffe vs Novara; Piacenza vs Modena; Catanzaro vs Teramo)


Secondo turno

  • 4a (Pontedera, Sudtirol, Potenza) vs vincente primo turno con posizione di classifica peggiore

  • Le restanti due vincenti del primo turno si sfidano in casa della formazione con la classifica migliore
     

FASE NAZIONALE (andata e ritorno). Entrano in gioco le terze e le seconde classificate dei tre gironi oltre alla vincitrice (o finalista) della Coppa Italia. A parità di gol complessivi non sono previsti né tempi supplementari né calci di rigore: prevale la squadra col miglior piazzamento ed il miglior punteggio nel proprio girone di campionato che di norma coincide con quella che gioca in casa la gara di ritorno, con l'unica eventuale eccezione della squadra qualificata a questa fase tramite la Coppa Italia di Serie C.

 

Primo turno: sono designate teste di serie le squadre ammesse di diritto (le terze classificate  e la vincitrice della Coppa Italia) e la migliore fra le 6 formazioni provenienti dalla fase del girone (in base al piazzamento in regular season). Le 5 teste di serie giocano in casa la gara di ritorno e non possono affrontarsi tra loro: un sorteggio le abbina alle altre squadre.

  • Renate vs vincente secondo turno fase del girone

  • Carpi vs vincente secondo turno fase del girone

  • Monopoli vs vincente secondo turno fase del girone

  • Ternana o Juventus U23 vs vincente secondo turno fase del girone


Secondo turno: sono designate teste di serie le tre squadre ammesse di diritto (le seconde classificate) e la migliore fra le 5 provenienti dal primo turno (in base al piazzamento in regular season). Le 4 teste di serie giocano in casa la gara di ritorno e non possono affrontarsi tra loro: un sorteggio le abbina alle altre squadre.

  • Carrarese vs vincente primo turno fase nazionale

  • Reggiana vs vincente primo turno fase nazionale

  • Bari vs vincente primo turno fase nazionale

 

FINAL FOUR (andata e ritorno). Partecipano le 4 squadre qualificate dai due turni della fase nazionale. Sono previsti tempi supplementari e calci di rigore a parità di gol complessivi (nessuna distinzione tra gol segnati in casa e in trasferta). Gli accoppiamenti delle semifinali e l'ordine dei campi delle quattro sfide sono determinati da un sorteggio integrale.

Commenti

Gravina: «Serie C pronta a ripartire dal 28 giugno»
Reggiana di nuovo al lavoro dal 4 giugno