L'avversario

Di Carlo: «Le tifoserie di Vicenza e Reggiana sono un esempio per lo sport»

«Alvini ha creato un sistema di gioco efficace. In questo campionato l'importante è non perdere mai la concentrazione»

Mauro Falduto
21.10.2019 14:30

©LR Vicenza Virtus

A fine partita l'allenatore del Vicenza Domenico Di Carlo ha commentato l'esito della partita, ma si è anche soffermato sul "terzo tempo" finale, frutto del gemellaggio fra le tifoserie del Vicenza e della Reggiana. «È stato bellissimo vedere il finale della partita con entrambe le squadre che hanno salutato e applaudito le curve avversarie - ha sottolineato il trainer biancorosso - Questo è lo sport e il calcio per le famiglie e i tifosi che vengono a vedere uno spettacolo come quello di oggi. Complimenti ai tifosi della Reggiana, ai nostri e a tutti coloro che erano in campo per il bellissimo gesto di fair play finale».

Un commento su questa importante vittoria?
«Sono contento perché il Vicenza ci ha creduto e ha portato a casa tre punti preziosi. Nonostante questo, abbiamo sciupato quelle 4-5 occasioni che potevano farci chiudere la partita».

Come valuta questo campionato di serie C?
«Ci sono squadre che giocano molto bene, basta vedere la Reggiana. L'ho studiata bene e ho visto il lavoro che ha fatto mister Alvini. Ha creato un'idea di gioco con calciatori che sanno giocare la palla corta, ma anche la palla lunga. In generale, in questo campionato la qualità c'è: l'importante è non abbassare la concentrazione perché è quello che fa la differenza».

Commenti

Spanò: «Un campionato non può essere deciso da un episodio»
Gli highlights di Vicenza-Reggiana 1-0