Primo Piano

Gli eroi granata - Kargbo: «Dopo il palo ero deluso, ma ci ho creduto fino alla fine»

«L'anno prossimo in Serie B con la Reggiana? Vedremo, intano penso a godermi la promozione»

Mauro Falduto
23.07.2020 20:55

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da TuttoReggiana (@tuttoreggiana) in data:


Augustus Kargbo è stato la vera stella di questi playoff che hanno visto trionfare la Reggiana. L'attaccante della Sierra Leone a fine partita ha raccontato come è nato il gol ma non si è voluto sbilanciare sul suo futuro.

Augustus, sei tu la vera stella di questa Reggiana?
«No, lo siamo tutti perchè abbiamo raggiunto la Serie B insieme. Il mio gol è stato decisivo ma sono contento non solo per me ma per tutta la squadra. Sono felice perché questi sono momenti che sogniamo, questo è il calcio».

Dopo il palo cosa hai pensato?
«Ci sono rimasto male perché il mister ci vuole cinici davanti alla porta. Potevo fare di più ma non ho smesso di correre con la speranza che arrivasse un'altra occasione».

Sul gol infatti ci hai creduto più degli altri...
«Io vado sempre sulle respinte. Ci ho creduto fino alla fine e ho fatto gol».

I difensori del Bari non ti hanno risparmiato e hai preso parecchi calci...
«Sì, è stata dura. Già all'inizio ho preso una manata in faccia, però ho pensato solo a giocare. Anche perchè se un difensore è aggressivo, vuol dire che ha paura di te».

Alla fine sei riuscito ad essere decisivo e hai festeggiato con la bandiera del tuo Paese, la Sierra Leone...
«Sì, quando entro in campo non gioco solo per me ma per la mia Nazione e per la mia famiglia che mi segue. Quindi ci tengo a fare sempre bene».

Ora che sei in Serie B, resterai a Reggio Emilia?
«Purtroppo non lo so. Ho ancora due anni di contratto con il Crotone perciò non dipende solo da me. Adesso voglio godermi questi giorni di festa poi vedremo».

Commenti

Regia in B, la festa della squadra e dei tifosi allo stadio e in piazza
Gli eroi granata - Venturi: «Fatico a realizzare ciò che è successo. Siamo entrati nella storia»