Primo Piano

La Reggiana gioca solo un tempo, a Crema festeggia la Pergolettese che vola a +7

Granata in balìa dell'avversario per 50 minuti, nella ripresa Rossi pare un rigore ma Stucchi nega il pareggio a Cavagna e Ponsat

Lorenzo Chierici
27.01.2019 16:30

La Reggio Audace gioca un buon secondo tempo, ma il portiere Stucchi, con due grandi interventi, nega il pareggio ai granata, legittimando il successo di una Pergolettese, ora avanti di 7 punti rispetto ai granata, che, per tutto l’arco della partita, dimostra di meritare il primo posto in classifica. Brutto primo tempo della squadra di Antonioli contro la Pergolettese, che domina in lungo e in largo e va al riposo con un meritato vantaggio di un gol. Nel secondo tempo il portiere granata Rossi salva il risultato parando un rigore, ma i granata, pur spingendo tanto, non riescono a superare il portiere Stucchi, autore di due grandi interventi su Cavagna (aiutato dalla traversa) e Ponsat.

LE FORMAZIONI. La prima della classe scende in campo col 4-3-3 proposto da mister Contini: in porta Stucchi, in difesa Fanti e Villa sugli esterni, con Lucenti e Bakayoko in mezzo; davanti alla difesa Panatti, con Muchetti e Cazzamalli nel ruolo di mezzala; in attacco Franchi a destra, il centravanti Gullit in mezzo e Morello a sinistra. La Reggio Audace risponde con un 3-5-2, quindi un modulo senza il trequartista, quindi col neo acquisto Dammacco in panchina, almeno inizialmente: in porta il giovane Rossi, dietro tre centrali con Cigagna sul centro sinistra, Spanò centrale e Palmiero sul centro destra; sugli esterni, a centrocampo, giocano Masini e Belfasti, con obbligo di spingere, mentre in mezzo ci sono, Staiti, l’ottimo Alvitrez in cabina di regia e Osuji; davanti la collaudata coppia Zamparo-Ponsat.

PRIMO TEMPO. Parte forte la Pergolettese che dopo 5’ arriva al tiro con Franchi che scarica una sassata di mancino da fuori, ma Rossi blocca il pallone. Pochi minuti dopo gran colpo di testa di Gullit che sorvola di poco la la traversa. Al 18’ la Pergolettese passa: Franchi, sulla destra, salta Cigagna, cade a terra, poi si rialza e di sinistro serve un gran pallone per l’accorrente Morello che taglia perfettamente il campo, impattando il pallone con un delicato esterno sinistro, tanto da infilare il pallone sul secondo palo, dove Rossi non può arrivare; peccato che Franchi, al momento del dribbling su Cigagna, rientrando sul sinistro, fa lo sgambetto al centrale granata, impedendogli di intervenire: dal successivo cross arriva il gol di Morello, che andava quindi annullato. La Pergolettese tiene il pallino del gioco e al 31’ Franchi, in posizione off side, colpisce bene di testa, costringendo Rossi al grande intervento in tuffo sul palo lontano, ma l’arbitro invalida l’azione. Pochi istanti dopo è Panatti a concludere a rete, ma la sua sventola non inquadra la porta. La Reggiana risponde al 34’ con una staffilata di Osuji, decentrato sulla sinistra, che si spegne sul fondo. Al 39’ Palmiero viene bevuto per l’ennesima volta da Morello, sulla sinistra, da dove il forte esterno d’attacco della Pergolettese serve Franchi sul secondo palo che colpisce bene di testa, ma Rossi si supera di nuovo e respinge alla grande. Al 40’ Antonioli toglie Palmiero e mette dentro Dammacco, arretrando quindi Belfasti e Masini sugli esterni di una difesa a quattro, con l’aggiunta quindi del trequartista dietro a Ponsat e Zamparo. La Reggio Audace cerca quindi di rialzare la testa e al 41' conclude con Masini di sinistro, ma il portiere locale blocca la sfera. Sugli spalti, almeno in tribuna, gli animi si accendono, ma per fortuna non accade nulla, al di là di un po’ di invettiva, mentre l’arbitro, poco dopo, manda le squadre nello spogliatoio.

SECONDO TEMPO. Parte forte la Pergolettese che ci prova subito con un tiro di Franchi che termina di poco a lato; poi, all’8’, Morello va a ricevere un corner corto, da sinistra, punta Alvitrez e lo supera, entrando in area, ma il regista granata entra in scivolata da dietro e atterra il forte attaccante della Pergolettese: il rigore è lapalissiano. Sul dischetto si porta lo stesso Franchi, che fino a oggi non aveva ancora sbagliato un penalty e scarica un missile centrale, ma Rossi è furbo e aspetta fino all’ultimo, andando poi a respingere la sfera con un grande intervento sulla sua destra, mantenendo in corsa la Reggiana. Il rigore parato fa capire ai granata che possono recuperare la partita, malgrado la Pergolettese stia dimostrando di essere una grande squadra, tant’è che al 13’ Belfasti arriva al cross da sinistra, ma né Zamparo né tantomeno Osuji raggiungono il pallone. I locali rispondono con un tiro fuori di Cazzamalli, mentre la Reggiana, al 26’ prova a superare il portiere avversario con un bel colpo di testa di Zamparo, che termina alto di poco, su perfetto assist di Alvitrez. La Regia insiste e Staiti, da destra, mette in mezzo un gran cross sul quale né Zamparo né Dammacco arrivano in salto; poi, al 36’ la fiammata granata: Ponsat serve al limite dell’area Cavagna che calcia forte di collo-esterno destro indirizzando un gran pallone verso l’incrocio dei pali, ma Stucchi vola e devia il pallone con la mano di richiamo e devia la sfera contro la traversa. Pochi istanti dopo, su palla verso Ponsat, Panatti tocca il pallone col braccio destro in piena area, ma l’arbitro non se ne accorge e lascia proseguire. Al 40’ la Reggiana sfiora ancora il gol con una grade girata in porta dal limite di Ponsat, che calcia benissimo, ma Stucchi, ancora una volta, si erge a baluardo insuperabile e manda il pallone in calcio d’angolo. Mister Antonioli a questo punto toglie Staiti e mette dentro Broso per cercare il tutto per tutto e al 47’ arriva un bel diagonale di Masini bloccato in due tempi da Stucchi. Poi la Pergolettese, in chiusura, effettua un altro cambio e l’arbitro concede 30 secondi di recupero in più, ma i locali tengono il pallone per poi esultare al triplice fischio, anche se la Reggio Audace, nella ripresa, avrebbe sinceramente meritato qualcosa di più.


La diretta

Le pagelle

Le interviste:


I risultati della 21ª giornata 


Vota il migliore granata in campo

 

Il tabellino

PERGOLETTESE-REGGIO AUDACE 1-0
Marcatori: al 18’pt Morello (P).
PERGOLETTESE (4-3-3): Stucchi; Fanti, Lucenti, Bakayoko, Villa; Muchetti (dal 18’st Piras), Panatti, Cazzamalli; Franchi (dal 48’st Schiavini), Gullit (dal 27'st Bortoluz), Morello (dal 35’st Russo). A disposizione: Chiovenda, Tosi, Manfroni, Barborini, Bitihene. Allenatore: Matteo Contini.
REGGIO AUDACE (3-5-2): Rossi; Palmiero (dal 40’pt Dammacco), Spanò, Cigagna; Masini, Staiti (dal 42’st Broso), Alvitrez, Osuji (dal 13’st Cavagna), Belfasti; Ponsat, Zamparo. A disposizione: Narduzzo, Cozzolino, Ungaro, Casanova, Pastore, Piccinini. Allenatore: Mauro Antonioli.
Arbitro: Cavaliere di Paola, coadiuvato da Russo di Napoli e Cesarano di Castellammare di Stabia.
NOTE - calcio d’angolo 7-2; ammonito Muchetti, Villa (P); minuti di recupero: 0 + 3; un minuto di silenzio prima della partita per ricordare un grande della Pergolettese, Avellino Gritti, mentre la Reggiana ricorda Paolo Tarabelloni, scomparso in settimana.

Commenti

Reggio Audace-Fiorenzuola, la prevendita
Antonioli: «Complimenti alla Pergolettese, se è prima in classifica un motivo c'è»