Primo Piano

Poker al Fanfulla, la baby Reggiana vince fra gli applausi

Ancora a segno il classe 2002 Sanat, in gol anche Pastore, Ponsat e bomber Zamparo

Lorenzo Chierici
28.04.2019 17:20

L'esultanza dopo la terza rete di Zamparo © Reggio Audace FC

Una giovanissima Reggiana, con soli tre over in campo (Cavagna, Zamparo e Ponsat) strapazza il Fanfulla, dimostrando che la linea verde granata è di primissimo livello, grazie alla crescita che questi ragazzi hanno fatto sotto l’attenta guida di mister Mauro Antonioli che ha permesso loro di fare passi da gigante. Ora ci sarà la trasferta contro l’Adrense per chiudere la regular season, in attesa della prima sfida play off con tutta probabilità proprio con il Fanfulla. Vedremo. Per ora si gode questo successo per 4-0 tanto bello quanto meritato.

TEGOLA NARDUZZO. Matteo Rossi ha iniziato a scaldare i motori in questa partita contro il Fanfulla, giocando una buona gara, ma dovrà essere pronto anche la settimana prossima, visto che Davide Narduzzo sembra abbia un problema piuttosto serio a un ginocchio, tanto che potrebbe addirittura saltare i playoff.

PRIMO TEMPO. Inizia bene il Fanfulla che dopo paio di minuti calcia alle stelle una punizione con Brognoli, poi, al 4’ il capitano bianconero cerca l’eurogol dalla lunga distanza, con sfera che sibila vicino all’incrocio dei pali alla sinistra di Matteo Rossi. La Reggiana c’è e Ponsat, oggi, è particolarmente in palla tanto da ispirare le giocate dei compagni, così che al 10’ imbecca Zamparo, ma il portiere ospite blocca in uscita bassa. L’Audace c’è e ancora Ponsat serve al limite Cavagna che non trova la porta. Le due squadre cercano entrambe la via del gol, ma il Fanfulla non inquadra mai la porta, provandoci prima con Laribi, che calcia a lato, poi con Palmieri su punizione e infine con Galazzi di testa che sfiora il palo. Al 30’, su corta respinta della difesa, Pastore recupera palla al limite dell’area e con un fantastico interno destro, trova l’angolo lontano con un tiro a giro di rara bellezza, che supera l’estremo ospite: 1-0. Dopo pochi istanti la Reggiana potrebbe raddoppiare: gran palla del solito ispiratissimo Ponsat che, dal limite dell’area, cerca il palo alla destra del portiere, che questa volta si allunga e devia il con un ginocchio. Risponde subito il Fanfulla con un tiro leggermente alto di Brognoli, che cercava l’eurogol sul secondo palo, ma la Reggiana, almeno oggi, sembra davvero… Audace e sfiora il raddoppio con il solito tocco di Ponsat per Zamparo che, dal limite dell’area, scarica un rasoterra di mancino che sibila alla destra del palo della porta ospite. Al 39’ splendida azione di Zamparo, che supera Patrini con un leggero fallo, poi si inventa un fantastico traversone di mancino a tagliare tutta l’area per l’accorrente Sanat, che, rientrando col destro sul sinistro, con la freddezza di un bomber di grande esperienza, scarica poi un missile di mancino che gonfia la rete, difesa da tre giocatori del Fanfulla in ripiegamento. Al 43’ la Reggiana segna il terzo gol: Cozzari apre a destra per Cozzolino che serve di prima un gran pallone per la testa di Zamparo che si vede respingere il pallone dal portiere, ma la sfera resta a pochi passi dall’estremo difensore che facilita il tap-in di Zamparo, a pochi passi dalla porta. Sul finale del primo tempo Ponsat riceve un bel pallone in area, lo difende bene e lo scarica per Zamparo che, di piatto destro, cerca il palo lontano, ma non trova la porta per pochi centimetri.

SECONDO TEMPO. La Reggiana, ad inizio ripresa, cambia Cozzari col giovane Alessandro Muro, che dimostra subito di avere personalità, tant’è che dopo dodici minuti cerca un tiro in porta, ma l’estremo avversario devia il pallone oltre la traversa. Al 26’ ci prova il Fanfulla con un tiro di Barzotti bloccato in due tempi da Rossi; nell’azione successiva, gran pallone di Muro per Zamparo che stoppa il pallone di petto, poi cerca il pallonetto di destro, dal limite dell’area piccola, nel tentativo di superare il portiere in uscita, ma la sfera termina di poco alta. Al 31’ i granata potrebbero segnare il quarto gol, ma prima la combinazione Ponsat-Zamparo non si chiude, poi Zamparo, dopo un ottimo recupero del pallone di Cavagna, calcia malamente alle stelle dal limite dell’area. Al 35’ grandissimo lancio di Cavagna che vede liberi in alto a sinistra Ponsat e Bardeggia, la palla arriva al numero undici granata che, con grande freddezza, cerca e trova il primo palo con un rasoterra chirurgico: 4-0. A questo punto la Reggiana gestisce il pallone, potendo anche segnare il quinto gol con un paio di mischie, poi Antonioli tira i remi in barca, toglie Zamparo per evitare rischi e mette dentro diversi giovani di belle speranze come Gianferrari o lo stesso Rizzi e nella serenità di un 4-0, si chiude questa partita vinto da terribili ragazzi granata. Il futuro è nelle loro mani, continuino così.


La diretta

Le pagelle

Le interviste:


I risultati della 33ª giornata
 

Vota il migliore granata in campo


Il tabellino

REGGIO AUDACE-FANFULLA 4-0
MarcatorI: pt 30’ Pastore, pt 39’ Sanat, pt 43’ Zamparo, st 36’ Ponsat.
REGGIO AUDACE (4-3-1-2): Rossi; Cozzolino, Palmiero, Cigagna, Piccinini (dal 38’st Gianferrari); Cozzari (dal 1’st Muro), Cavagna, Pastore (dal 28’st Bran); Sanat (dal 42’st Rizzi); Zamparo (dal 33’st Bardeggia), Ponsat. A disp.: Venturelli, Dammacco, Talarico, Fiorentino. All.: Mauro Antonioli.
FANFULLA (4-3-3): Boari; Aprile, Premoli (dal 13’st Zanoni), Patrini, De Stefano (dal 13’st Diana); Laribi, Palmieri (dal 7'st Rossi), Brognoli; Galazzi, Pezzi (dal 7’st Barzotti), Radaelli (dal 30’st Cappato). A disp.: Colnaghi, Arodi, Reali, Santonocito. All.: Andrea Ciceri.
Arbitro: Porcheddu di Oristano.
Note - Ammoniti: Pastore, Cavagna, Bran (R), Premoli (F). Angoli: 2-2. Recupero tempo: pt 1', st 5'.

Commenti

Le pagelle di Reggio Audace-Fanfulla
Antonioli: «Nessuno ha preso la partita sottogamba, complimenti al nostro Settore Giovanile»