Primo Piano

Alvini: «Questi ragazzi non mollano mai. Troppo alte le aspettative su Kargbo»

«Ringrazio Varone per essersi messo a disposizione. Ajeti? Temo non sia solamente una botta...»

Gianluca Ferrari
30.09.2020 22:15

«E' stata una gara avvincente, la Reggiana non molla mai. Pur avendo qualche problema siamo riusciti a portare in fondo una gara come questa. Faccio i complimenti ai ragazzi per l'impegno, la volontà e le idee messe in campo. Il passaggio del turno premia il valore di questa squadra». Sono queste le prime parole di mister Massimiliano Alvini dopo la vittoria ai calci di rigore contro il Monopoli nel secondo turno di Coppa Italia. Una gara che ha mostrato una Reggiana ancora in fase di rodaggio ma con lo spirito e la determinazione messe in mostra nell'ultima stagione. 

Come valuta la prestazione dei due innesti in difesa?
«In questo momento sono contento di tutti. Domenica sera abbiamo fatto una buona partita, con il Monopoli invece era la prima partita insieme per Ajeti, Gyamfi e Gatti, una difesa inedita. C'è ancora tanto da lavorare perchè i meccanismi sono da perfezionare così come alcune situazioni, ma l'impegno e l'abnegazione di questi ragazzi è incredibile. Sono tutti giocatori che possono fare un grande percorso con noi».

Questa sera ha fatto esordire subito anche Kargbo. Su di lui forse ci sono troppe aspettative?
«Assolutamente sì, ho letto delle cose incredibili. Noi abbiamo preso Augustus perchè conosce bene i nostri meccanismi. Oggi ha messo nelle gambe 60 minuti, non è ancora brillantissimo in questo momento ma lui è un ragazzo che deve compiere un percorso di crescita e per questo non bisogna dargli troppe pressioni. Non ha bisogno di queste cose, ha 19 anni e a fine campionato il Crotone avrà sicuramente un calciatore più maturo ma per il momento è un giocatore che ha bisogno ancora di crescere».

Importante anche il rientro di Varone...
«Ringrazio Ivan perchè non gli avevo detto che lo avrei fatto giocare, è un giocatore importante per noi, ci dà aggressività e quella personalità di cui questa squadra a volte ha bisogno. Lo recupereremo, per noi è un valore aggunto. Per Ajeti purtroppo ho il timore che non sia solo una botta ma vedremo come starà».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Monopoli

Commenti

Coppa Italia - I risultati del secondo turno eliminatorio
Marchi, implacabile dal dischetto: «Non era facile, ho tenuto alta la concentrazione»