© AC Reggiana
Primo Piano

Notte fonda anche a Monza. La Reggiana non punge e si arrende ai colpi di Carlos Augusto e Colpani

Granata senza idee e mai pericolosi. I brianzoli non illuminano ma vincono con una rete per tempo complici gli errori della difesa

Lorenzo Chierici
16.03.2021 21:30

La Reggiana cade anche allo U-Power Stadium di Monza contro i lombardi e complica ulteriormente la sua stagione. A questo punto sarà fondamentale vincere la gara di sabato prossimo contro il Cosenza, che sarà ospite tra le mura amiche del “Città del Tricolore” in un drammatico scontro salvezza.

LA PARTITA. Dopo dieci minuti Dany Mota fa le prove sfiorando il gol prima con un bellissimo colpo di testa che sibila alla destra del palo opposto, poi con un tiro da centro area che sorvola la traversa. Al 12’ il giocatore portoghese si beve Ajeti sulla destra e mette al centro dove il controllo errato di Del Pinto favorisce il brasiliano Carlos Augusto, pronto alla conclusione di prima intenzione con la quale trafigge Venturi: 1-0. Il Monza mantiene il possesso palla e non rischia assolutamente nulla, sia per meriti propri, sia per demeriti della Reggiana che non arriva neppure vicino alla linea dell’area di rigore. I biancorossi vanno vicini al gol con Armellino, Diaw e Scozzarella, mentre per i granata l’encefalogramma è piatto.

Nella ripresa mister Alvini toglie un abulico Laribi per inserire finalmente Kargbo, che va a formare il tridente d’attacco con Ardemagni e Lunetta e qualcosa sembra cambiare, almeno vedendo la maggiore aggressività dei granata sui portatori di palla avversari. La Reggiana ci prova e va vicino al pareggio con un tentativo in rovesciata di Ardemagni che non trova la porta, poi mister Alvini toglie anche Varone e Lunetta e mette dentro Cambiaghi e Mazzocchi là davanti. Questa soluzione aumenta la pressione sul Monza ma a dieci minuti dalla fine, in contropiede - proprio mentre Alvini stava comunicando il cambio di modulo passando alla difesa a tre - il Monza ne approfitta e Colpani supera Kirwan, rientrando sul destro e trafiggendo Venturi con un preciso tiro sul primo palo. Due a zero. Nel finale ci prova ancora il Monza: Ricci va impegna Venturi  con un bel tiro sul montante lontano, ma il portiere granata è attento e blocca a terra. Dopo sei minuti di recupero arriva il triplice fischio, con Alvini che rimane in panchina a testa bassa mentre il Monza festeggia.

Vota il migliore granata in campo


Il tabellino

MONZA-REGGIANA 2-
Marcatori: 12' pt Carlos Augusto, 39' st Colpani. 
MONZA (4-3-1-2): Lamanna; Donati (35' st Sampirisi), Pirola, Scaglia, Carlos Augusto (12' st Anastasio); Frattesi, Scozzarella (35' st Colpani), Armellino; D'Errico (39' st Ricci); Diaw, Dany Mota (35' st Maric). A disposizione: Sommariva, Di Gregorio, Bettella, Paletta, Boateng, Barillà, D'Alessandro. Allenatore: Cristian Brocchi. 
REGGIANA (4-3-2-1): Venturi; Yao (36' st Costa), Ajeti, Espeche, Kirwan; Del Pinto, Radrezza, Varone (32' st Mazzocchi); Lunetta (32' st Cambiaghi), Laribi (1' st Kargbo); Ardemagni (44' st Zamparo). A disposizione: Cerofolini, Pezzella, Siligardi. Allenatore: Massimiliano Alvini. 
Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce (Lanotte, Massara; Illuzzi). 
NOTE- Angoli: 4-0. Ammonito Varone. Recupero tempo 0+6. Partita disputata a porte chiuse.

Commenti

Serie B, i risultati della 29ª giornata. Spal in crisi, l'Ascoli torna a tallonare la Reggiana
Alvini: «La squadra ha perso ma ha tenuto la partita. Non dateci per morti»