L'avversario

Salernitana, la corsa verso la Serie A passa da Reggio

I granata di Castori, tornati al successo dopo quattro pareggi consecutivi, non vogliono perdere contatto dalla vetta

Redazione TuttoReggiana
24.02.2021 19:45

I giocatori di mister Castori festeggiano il ritorno di Dziczek © US Salernitana 1919

Il sesto campionato consecutivo in Serie B della Salernitana si è aperto con grandi aspettative e con una serie di risultati positivi in grado di portatare i granata campani in vetta alla classifica per diverse giornate: tre sconfitte di fila tra dicembre e gennaio hanno fatto perdere qualche posizione alla squadra allenata da Fabrizio Castori, ma la vittoria di sabato nel match in trasferta ad Ascoli ha riportato in dote i tre punti che mancavano da quattro partite mantenendosi in piena lotta per la promozione in Serie A, assaporata solo nella stagione 1998/99.

LA ROSA. La società gestita da Marco Mezzaroma e Claudio Lotito vive in sinergia con la Lazio, con la quale sono frequenti i trasferimenti di giocatori: ne sono esempi gli arrivi nel mercato invernale del terzino Durmisi e del centrocampista offensivo Kiyine (un ritorno per lui dopo i 10 gol dell'anno scorso), di cui per entrambi il club biancoceleste detiene il cartellino. La stella è Gennaro Tutino, fantasista classe '96 trascinatore della squadra granata con 10 reti all'attivo e schierato in attacco in coppia con uno fra Djuric e l'ivoriano Gondo. Nel 3-5-2 impostato da Castori agiscono sulle fasce l'argentino Casasola e il polacco Jaroszynski (prelevato questo mese dal Pescara), il centrocampo è di qualità con Di Tacchio (alla terza stagione a Salerno), Capezzi (ex Crotone, Samp e Empoli in Serie A) e Coulibaly, che aveva iniziato la stagione con l'Udinese. Più discontinuo il rendimento del 21enne André Anderson, alle prese con problemi muscolari, dopo qualche buona apparizione con la Lazio l'anno scorso, mentre per Patryk Dziczek, tornato ieri assieme ai compagni, si attendono nuovi esami clinici dopo lo spavento del malore in campo avuto sabato ad Ascoli. In difesa Ramzi Aya è fra i più esperti del gruppo, con la Reggiana esordì fra i professionisti e giocò tre stagioni dal 2010 al 2013; con lui Gyomber, Veseli e Mantovani si giocano il posto nel terzetto difensivo. Il nazionale sloveno Belec è fuori per infortunio, a difendere i pali vi è quindi l'esordiente lituano Adamonis.

PRECEDENTI. Il match di andata in programma lo scorso 31 ottobre non si disputò a causa dei numerosi casi Covid in casa Reggiana e, pur con qualche polemica, fu data la vittoria a tavolino alla Salernitana. Negli altri 22 passati incontri sono 9 i successi campani, 5 i pareggi e 8 le vittorie della Reggiana. L'ultimo precedente in Serie B è datato 22 febbraio 1998: al "Giglio" si imposero i campani grazie all'autorete di Filippo Galli. In C le due compagini si sono affrontare per l'ultima volta nel maggio 2011: sempre 1-0 per gli ospiti.

Commenti

Ardemagni, intervento riuscito: ora inizia il percorso di recupero
Alvini: «Con la Salernitana ci sono in palio tre punti e basta. La Reggiana sta bene e può ancora migliorare»