L'avversario

L'avversario - Pisa, una nuova stagione per puntare ai playoff

Domani sera l'esordio in campionato al "Città del Tricolore" contro gli ex Perilli e Siega

Tommaso Casotti
26.09.2020 09:00

© pisachannel.tv

Non ha molti segreti il Pisa di mister Luca D'Angelo, alla guida dei nerazzurri per il terzo anno di fila: dopo il nono posto in classifica dello scorso campionato, fuori di un soffio dalla zona playoff, i toscani puntano a confermarsi e, anzi, anche a salire di qualche posizione per tentare l'assalto ad una Serie A che manca dal 1991.

La società ha piena fiducia dell'operato del ds Roberto Gemmi, chiamato a rinforzare la rosa con acquisti mirati senza stravolgimenti. Messi da parte i sentimenti per l'addio di Moscardelli (uomo simbolo della promozione dalla Serie C), il Pisa si coccola uno fra i più prolifici attaccanti di Serie B, Michele Marconi, autore di 15 reti lo scorso anno, che forma una temibile coppia in avanti con Luca Vido, 23 anni scuola Milan, in Toscana dallo scorso gennaio. Completa il reparto l'esperienza del 35enne Masucci, mentre risale alle ultime ore la firma di Simone Palombi (attaccante classe '96 di proprietà della Lazio, l'anno scorso alla Cremonese) e Luca Mazzitelli (centrocampista classe '95 arrivato in prestito dal Sassuolo).

Un ulteriore colpo per la categoria è la trattativa che si sta perfezionando con il mediano del Sassuolo Luca Mazzitelli, 25 anni, in Serie A con la maglia neroverde e anche con quella del Genoa. Il 7-0 rimediato sabato a San Siro contro l'Inter (quattro gol subìti nei primi 20 minuti) non ha scalfito le certezze di un centrocampo dove danno ampie garanzie Soddimo, Marin, De Vitis e il capitano Gucher, così come in difesa sono affidabili Varnier e Caracciolo. A difendere i pali c'è Simone Perilli, alla Reggiana per due stagioni (15/16 e 16/17) con alti e bassi, ma deve giocarsi il posto con il giovane della Juventus, Leonardo Loria. Un altro ex granata è Nicholas Siega, 29 anni, da quattro stabilmente in B dopo i due campionati da protagonista nella Reggiana targata Colombo. Altro ex, non in campo, il responsabile degli scout nerazzurri Mariano Armonia.

PRECEDENTI. Nei 58 passati incontri i granata si sono imposti 23 volte, i toscani 19, mentre 16 sono stati i pareggi. Le ultime sfide (0-0 all'andata e 1-1 al ritorno) risalgono alla stagione di Lega Pro 2014/15, mentre in Serie B bisogna tornare al 1993, anno della promozione in A della Reggiana.

Commenti

Serie B 2020/21, le 20 squadre ai nastri di partenza del campionato
Torna il pubblico al "Città del Tricolore", ma ci sono delle limitazioni