Primo Piano

Mazzocchi, che partenza! La Reggiana ha trovato il suo bomber?

L'attaccante 22enne scuola Atalanta viaggia ad una media gol decisamente invidiabile e riesce a timbrare anche quando non brilla

Gianluca Ferrari
09.11.2020 16:30

© AC Reggiana

Uno degli uomini copertina di questo travagliato inizio di stagione granata è sicuramente Simone Mazzocchi: con il gol segnato ieri al Venezia ha infatti raggiunto quota 4 reti in 5 partite disputate. L'attaccante classe '98 scuola Atalanta, sta sorprendendo tutti nella sua prima stagione in Serie B, o meglio, sta confermando le ottime qualità che aveva messo in mostra nelle due stagioni giocate con la maglia del Sudtirol, in Lega Pro, dove ha messo a segno 15 reti in 66 presenze. 

Doriano Tosi l'ha portato a Reggio grazie all'ottimo rapporto che lo lega al ds dell'Atalanta che, dal canto suo, ha ritenuto la Reggiana la piazza ideale per far crescere il suo giocatore in accordo con il Sudtirol che ne detiene ancora il cartellino. Di Mazzocchi se ne conoscevano la grande fisicità (è alto 180 cm) e generosità, oltre all'abilità di giocare su tutto il fronte offensivo, sia in un attacco a due sia in reparti dotati di esterni alti. Una classica prima punta di movimento, abile ad aprire gli spazi per i compagni piuttosto che trovarsi in mezzo all'area in attesa di ricevere la palla giusta. Non un bomber granitico, insomma. E invece, in questo inizio di campionato, l'attaccante lombardo sta mantenendo una media-gol altissima (1 rete ogni 102 minuti) trovandosi in testa alla classifica cannonieri in compagnia di "colleghi" ben più esperti e rodati. 

Anche nella vittoria di ieri con il Venezia - contro il quale non stava certamente disputanto una delle sue migliori partite - Simone è riuscito a mettere la zampata decisiva raccogliendo la sponda aerea di Lunetta e anticipando diretto marcatore e portiere, una rete da bomber vero. Ad Ascoli due settimane fa stessa storia: tap-in vincente sull'assist di Kargbo. Che stia trovando una nuova dimensione con la maglia della Reggiana? Questo ce lo auguriamo. Di sicuro, il suo percorso di crescita è appena all'inizio ed Alvini può sicuramente contare su un giocatore di qualità che sta aumentando le sue sicurezze partita dopo partita. Una delle sorprese - se così si può dire - più belle di questo splendido avvio di campionato della Reggiana. E non è l'unica...

Commenti

Gli highlights di Reggiana-Venezia 2-1
Igor Radrezza migliore granata in campo di Reggiana-Venezia