Primo Piano

Una Reggiana strepitosa si sblocca in trasferta: espugnata Cittadella

Yao sorprende i veneti in avvio, Laribi raddoppia alla mezzora poi Mazzocchi chiude i conti a inizio ripresa. Preoccupano gli infortuni occorsi a Rossi e Ardemagni

Lorenzo Chierici
20.02.2021 16:35

La gioia dei granata al "Tombolato" © AC Reggiana

Splendida vittoria della Reggiana che sul campo del Cittadella, secondo in classifica, porta a casa la classica partita perfetta e torna a segnare lontano dal "Città del Tricolore" dopo oltre 500 minuti di astinenza. Nessuna sbavatura difensiva, ad eccezione dell’ordinaria amministrazione, perfetto filtro a centrocampo e incisività davanti con tre gol all’attivo. La nuova Reggiana rinforzata magistralmente da Doriano Tosi, sta diventando sempre più squadra. L’unica nota negativa è l’ennesima uscita dal campo di Fausto Rossi per problemi muscolari.

LA PARTITA. Allo stadio "Tombolato" mister Alvini schiera il 4-2-3-1 che ha già sperimentato con successo a Verona: davanti alla difesa torna finalmente Fausto Rossi, affiancato da Del Pinto. Sulla trequarti giocano Radrezza a destra, Laribi a sinistra e Siligardi “sotto punta”, quindi subito dietro ad Ardemagni. Dopo un minuto di gioco la Reggiana passa con il gol di Yao che si fa trovare pronto sul secondo palo sfruttando un corner da destra di Laribi deviato di testa da Ardemagni. La formazione veneta tenta di reagire, ma al 13’ è costretta a fare a meno dell’attaccante Tarvernelli per infortunio, sostituito da Rosafio. Le due squadre si equivalgono e prima ci prova Branca per i veneti, poi Siligardi per i granata, me entrambi non trovano lo specchio. Al 28’ la Reggiana raddoppia: splendido cross di Siligardi da destra, da dove, col mancino, trova sul palo opposto l’accorrente Laribi che colpisce il pallone al volo infilando l’estremo locale: 0-2. Il Cittadella prova a reagire e lo fa con un bel colpo di testa di Perticone, bloccato centralmente dall’attento Venturi. A questo punto i due tecnici si vedono costretti a due cambi forzati, entrambi per infortunio: Iori per Pavan nel Cittadella e Varone per Fausto Rossi nella Reggiana, ma i contenuti della gara non cambiano.

La Reggiana torna in campo senza Ardemagni, fermato da un problema ad una mano e con Mazzocchi al centro dell’attacco. Dopo 6’ Laribi, in contropiede, si inventa un perfetto filtrante proprio per Mazzocchi che insacca il pallone con un preciso diagonale: 0-3. Il Cittadella risponde subito con un tiro fuori di Cassandro, poi con un un tiro di Branca bloccato a terra da Venturi sul primo palo, ma il risultato non cambia. Al 12’ Libutti spinge sulla destra e mette in mezzo un gran pallone per Laribi che, dal limite dell’area piccola, calcia di piatto destro a botta sicura, ma colpisce la traversa. La Reggiana c’è e sfiora il poker più volte, prima con il neo entrato Lunetta che, sfruttando bene una sventagliata da destra di Radrezza, colpisce di testa ma il portiere avversario devia in corner. Poi con una sassata di destro di Mazzocchi a tre minuti dal termine neutralizzata alla grande dal portiere locale. In pieno recupero Laribi chiede un calcio di rigore per un evidente fallo di mani in area del Cittadella, ma l’arbitro sorvola. Alvini sente che la vittoria è ormai vicina e dà il “cinque” a tutti i giocatori in panchina. Questa Regia è decisamente diversa da quella pre-mercato e settimana dopo settimana ce ne stiamo accorgendo. La salvezza è un obiettivo alla portata e la Reggiana, partita dopo partita, ci si sta avvicinando.


Vota il migliore granata in campo
 

Il tabellino

CITTADELLA-REGGIANA 0-3 
Marcatori: 2′pt Yao, 28’pt Laribi, 6’st Mazzocchi.
CITTADELLA (4-3-1-2) Maniero; Ghiringhelli (dal 1’st Cassandre), Perticone, Adorni, Benedetti; Proia (dal 17’st Baldini), Pavan (dal 34’pt Iori), Branca; D’Urso (dal 17’st Ogunseye); Tavernelli (dal 15’pt Rosario), Beretta. A disposizione: Kastrati, Camigliano, Frare, Donnarumma, Gargiulo, Cassandro. Allenatore: Roberto Venturato.
REGGIANA (4-2-3-1) Venturi; Libutti, Rozzio, Martinelli, Yao (dal 21’st Gyamfi); Rossi (dal 36’pt Varone), Del Pinto; Laribi, Radrezza (dal 29’st Muratore), Siligardi (dal 21’st Lunetta); Ardemagni (dal 1’st Mazzocchi). A disposizione: Voltolini, Espeche, Kirwan, Costa, Pezzella, Cambiaghi, Zamparo. Allenatore: Massimiliano Alvini.
Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza, coadiuvato da Enrico Caliari di Legnago e Giuseppe Macaddino di Pesaro; quarto uomo Lorenzo Illuzzi di Molfetta.
NOTE - calci d’angolo 10-3; recupero 3' + 4'; ammoniti Beretta, Perticone, Cassandro (C); Rozzio (R). Partita disputata a porte chiuse.

Commenti

Serie B, i risultati della 24ª giornata. Sconfitte per Entella e Ascoli, la Cremonese inguaia il Brescia
Mazzocchi: «Gol e tre punti, doppia soddisfazione»