Primo Piano

Regia Rewind 2018 - Parte III

Dal debutto di Crema alla beffa natalizia con l'Adrense, passando per il derby di Modena seguito da nuove polemiche tra i soci

Redazione TuttoReggiana
31.12.2018 12:30

L'ultima parte del 2018 è caratterizzata dall'esordio della neonata Reggio Audace FC nel campionato di Serie D, dall'atteso ritorno in campo di Spanò e dalle vicissitudini societarie tra Romano e il gruppo reggiano infiammate dal k.o. nel derby col Modena davanti ad oltre 10mila persone.

[Parte I] - [Parte II]

SETTEMBRE. La Reggio Audace torna al Mirabello e supera il Lentigione in un inedito derby di Coppa, ma una settimana dopo esce malamente dalla competizione venendo sconfitta dalla Sammaurese. Il mercato si chiude con il colpo Zamparo e con il ritorno sui campi di gioco di capitan Spanò. Il campionato di Serie D non inizia nel migliore dei modi: il 16 settembre, i granata escono sconfitti per 1-0 a Crema mentre nella seconda giornata vengono bloccati in casa (gara disputata al “Cabassi” di Carpi) dal modesto San Marino sul risultato di 1-1. La prima vittoria arriva solo alla terza giornata, il 30 settembre, in trasferta contro il Classe (3-1).

OTTOBRE. Il 7 ottobre la Reggiana torna finalmente al “Città del Tricolore” dove festeggia il ritorno in campo e al gol (doppietta) di Spanò superando nettamente la Pergolettese (5-0). La settimana successiva, a Fiorenzuola, i granata di Antonioli ottengono un pareggio a reti bianche ma si riprendono subito superando nuovamente per 1-0 il Lentigione. Il 28 ottobre arriva, però, la prima sconfitta in campionato (il Pavia vince 2-0).

NOVEMBRE. Il successivo pareggio casalingo con la Vigor Carpaneto manda su tutte le furie il vicepresidente Romano che, nel post partita, prende la parola accusando i suoi soci di non voler investire altri soldi per rafforzare la squadra. La risposta della compagine reggiana è più distesa e punta a rasserenare gli animi, mentre la squadra inizia finalmente a vincere: i successi contro Calvina, Mezzolara, Sasso Marconi e OltrepoVoghera riportano i granata ai piani alti della classifica con Zamparo che si candida a diventare il cannoniere del campionato. In via Mogadiscio intanto torna a farsi vedere Mike Piazza che gela i tifosi con un laconico "Non mi vergogno di quello che ho fatto".

DICEMBRE. L’ultimo mese dell’anno si apre con l'esodo granata nella vicina Modena: peccato però che il campo restituisca un'amara sconfitta nel derby con la Reggio Audace di nuovo a -8 dalla vetta. Al termine della gara, Romano si dimette dalla carica di vicepresidente minacciando il ricorso a vie legali per risolvere le problematiche interne esposte in precedenza. Il Tribunale di Reggio il 5 dicembre dichiara il fallimento della AC Reggiana 1919, accontentando la richiesta dei coniugi Piazza che a sorpresa avevano assecondato le istanze di fallimento presentate da Mapei e da un ex dipendente. La squadra, intanto, rimane ferma dieci giorni a causa del rinvio del match con l’Axys Zola e torna in campo solamente il 12 dicembre superando in rimonta ed in inferiorità numerica il Ciliverghe (tornando a -7 dal Modena con una partita in meno). La sfortuna continua a perseguitare Rozzio, costretto nuovamente a fermarsi per un infortunio al tendine. Il 16 dicembre a Lodi contro il Fanfulla non basta la rete di Spanò per superare i bianconeri, mentre il recupero contro l’Axys Zola termina con un netto 3-0 in favore dei granata. Sul mercato si registrano i tesseramenti di Alvitrez e Cavalli, mentre l'arrivo di Ungaro va a tamponare la lunga assenza di Rozzio. Il Modena continua a zoppicare ma, ancora una volta, gli uomini di Antonioli gettano al vento l'ennesima occasione di farsi sotto in classifica, perdendo malamente in casa (a causa anche di un arbitraggio scandaloso) contro l'Adrense per 2-1. Il 2018 granata si chiude, quindi, amaramente con la Reggiana che si ritrova a dover colmare un gap di 7 punti al termine del girone d'andata. Un'impresa non certo impossibile ma che i granata dovranno cercare di compiere in tutti i modi visto che si entrerà in un anno storico per la società, l'anno del Centenario.

Commenti

Regia Rewind 2018 - Parte II
Narduzzo, Belfasti e Ponsat tornano a correre