Primo Piano

La Reggiana cammina sui resti del Pavia, il secondo posto torna alla portata

Zamparo Bardeggia e Staiti mandano al tappeto i lombardi, risultato mai in discussione

Lorenzo Chierici
17.02.2019 17:00

Foto © Tegoni

La Reggio Audace vince in scioltezza segnando tre gol contro un Pavia falcidiato da infortuni e squalifiche che ha mostrato davvero poco, mentre i granata hanno giocato una gara attenta e incisiva a livello offensivo, trovando due splendidi gol con Zamparo e Bardeggia e una rete un po' fortunosa nella ripresa, con un tiro-cross di Staiti. In classifica ora i granata sono tornati a -5 dal Modena, mentre la Pergolettese resta un miraggio lontano.

LA FORMAZIONE. La Reggio Audace scende in campo rinunciando al trequartista puro, puntando sul più classico 4-4-2. Con Narduzzo di nuovo titolare, giocano dietro Masini, Spanò, Cigagna e Belfasti. A centrocampo, invece, la mezzala Staiti gioca un po' più largo sulla destra, così come il fantasista Dammacco viene decentrato sulla sinistra, con Cavagna e Alvitrez davanti alla difesa. In attacco il bomber Zamparo assieme al giovane Bardeggia.

PRIMO TEMPO. I granata partono col piede giusto, cercando prima una conclusione con Zamparo ribattuta da un avversario e un minuto dopo Spanò, a due passi dalla linea di porta, alza troppo la mira di testa. Dopo 4' di gioco la Reggio Audace passa: Dammacco, di nuovo titolare, riceve palla da un fallo latarale, salta l'uomo e va al cross dal fondo, dove il bomber Zamparo, implacabile, trafigge di testa il portiere avversario sul primo palo. Lo stesso Zamparo, poco dopo, ci riprova con una conclusione oltre la traversa, su deviazione di Staiti. Il primo tiro del Pavia arriva dopo 7' quando Maiorano non trova la porta. Poco dopo i lombardi ci riprovano con Schingo, ribattuto da un compagno, poi con Selmi, che calcia a lato e infine con Scannapieco che trova attento Narduzzo pronto al grande intervento. Il Pavia insiste e non trova ancora Narduzzo pronto sventare la velleitaria partita di Schingo. Al 29' la Regia raddoppia: Cavagna vede Staiti largo a destra, da dove il centrocampista granata imbecca perfettamente Bardeggia a centro area, dove il giovane attaccante si inserisce fra i due centrali e con un perfetto stacco di testa, manda il pallone sul secondo palo, dove il portiere Ugazio non può proprio arrivare. Il Pavia tenta una reazione con una conclusionedi Mannucci neutralizzato dal solito Narduzzo.

SECONDO TEMPO. Parte forte il Pavia che cerca subito il gol con una conclusione di Gazzotti sul primo palo, dove trova ben posizionato Narduzzo, pronto all'intervento. La partita è subito interessante e dopo pochi minuti Belfasti mette in mezzo un bel traversone a tagliare l'area, ma né Bardeggia né Zamparo arrivano sulla sfera. Risponde il Pavia con una conclusione dal lontano del solito Gazzotti che termina di poco a lato. Al 16' ci prova Trajkovic, complice un'incertezza difensiva, che permette al giocatore di stoppare il pallone e di calciare indisturbato dall'out sinistro; la sua conclusione, che non trova la porta, è da dimenticare. Due minuti dopo è la Reggio Audace ad andare vicino al gol con una rasoiata ad effetti di Staiti che, pur rientrando per l'effetto subito dal pallone, termina di pochi millimetri sul fondo, alla destra dell'attonito portiere Ugazio. Al 24' la Reggiana segna il terzo gol: Zamparo si libera di un avversario e passa all'indietro per Staiti che, dall'out mancino, sul limite destro dell'area di rigore, effettua un cross al centro, sul quale nessuno arriva, ma la traiettoria è alta e inganna tutti, portiere compreso, infilandosi sotto l'incrocio dei pali opposto: 3-0. La Regia mette dentro Ponsat per Zamparo e poco dopo il bomber granata sfiora il quarto gol con un tiro che lambisce il palo alla sinistra del portiere, poi ci prova Spanò su pennellata da destra di un ottimo Staiti. Ultimo guizzo un tiro di Cozzari che non trova lo specchio. Prosegue nel finale la girandola delle sostituzioni per entrambe le squadre, ma di grosse occasioni non ce ne sono e il risultato non cambia.


La diretta

Gli highlights

Le pagelle

Le interviste:

 

Vota il migliore granata in campo


Il tabellino

REGGIO AUDACE-PAVIA 3-0
Marcatori: al 4'pt Zamparo (R), a 29'pt Bardeggia (R), al 24'st Staiti (R).
REGGIO AUDACE (4-4-2): Narduzzo; Masini (dal 40'st Bran), Spanò, Cigagna, Belfasti (dal 25'st Casanova); Staiti, Cavagna, Alvitrez, Dammacco (dal 16'st Cozzari); Zamparo (dal 28'st Ponsat), Bardeggia (dal 25'st Broso). A dsp.: Venturelli, Palmiero, Ungaro, Piccinini. All.: Mauro Antonioli.
PAVIA (4-2-3-1): Ugazio; Mannucci, Scognamiglio, Scannapieco (dal 40'st Milesini), Vernocchi; Gazzotti (dal 36'st De Vincenziis), Trajkovic; Selmi (dal 40'st Cavaliere), Doria (dal 9'st Guerrini), Maiorano; Schingo (dal 28'st Motta). A disp.: Gilardelli, Giampietro, Bergamini. All.: Alessandro Sisti.
Arbitro: Catallo di Frosinone, coadiuvato da Cordella e Battista, entrambi di Pesaro.
NOTE - Spettatori: 3985 (3650 abbonati + 335 biglietti venduti per 2150,00 euro d’incasso). Calci d'angolo 5-0; ammoniti Scognamiglio (P); mezzora di assenze per i tifosi delle Teste Quadre in curva sud in segno di protesta nei confronti degli ultimi Daspo; un minuto di silenzio prima dell'inizio in ricordo di un designatore arbitrale.

Commenti

Le pagelle di Reggio Audace-Pavia
Bardeggia ancora a segno: «Sarei rimasto in campo fino al 90' per cercare il secondo»